Un programma di dieci concerti metropolitani che si integra e completa quello proposto a Portogruaro. Appuntamenti anche per le spiagge con concerti a Bibione e Caorle. I concerti metropolitani, tutti a ingresso libero, si apriranno giovedì 23 agosto con un appuntamento a Concordia Sagittaria e uno a Bagnara di Gruaro.

Ci sono iniziative come il Festival internazionale di musica di Portogruaro, che si aprirà il prossimo martedì 21 agosto alle ore 21 al Teatro Russolo di Portogruaro con un concerto dedicato a Prokof’ev e all’esplorazione del rapporto tra musica e cinema che vedrà sul palco l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza diretta da Enrico Bronzi, in grado di dare al territorio l’occasione di sperimentare la cultura in tutte le sue forme.

Come da tradizione, infatti, anche in questa 36esima edizione dedicata alle “Illuminazioni”, il Festival organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro, allarga le sue attività al territorio del Veneto Orientale, con il “Festival Metropolitano”, un progetto sostenuto anche quest’anno dalla Fondazione di Venezia e della Fondazione Santo Stefano Onlus. Un’occasione per costruire un vero sistema integrato di offerta turistica, che unisca al soggiorno marittimo delle vicine località balneari, anche un’offerta culturale degna di interesse e ben strutturata.

È il secondo anno consecutivo che la Fondazione Santo Stefano ONLUS e la Fondazione di Venezia sostegno con un contributo di 40 mila euro il Festival Metropolitano, come sezione specifica del Festival Internazionale di Musica di Portogruaro. – afferma Antonio Bertoncello, Presidente della Fondazione Santo Stefano ONLUS di Portogruaro –- Lo scopo è quello di diffondere un’eccellenza come il Festival all’intera area metropolitana, con concerti di alta qualità in tutto il territorio. Non solo miriamo così alla diffusione della cultura, ma anche a costruire una rete di sinergie in un luogo di confine rispetto alla realtà metropolitana, che abbia così la capacità di sostenere iniziative di eccellenza che rafforzino il turismo dall’entroterra alle spiagge, che ricordiamo nel Veneto orientale sono fra le più conosciute della costa adriatica in Italia. La cultura e la musica, in tutte le sue forme, sono uno dei volani fondamentali per la crescita di un territorio come questo che ha bisogno di investire su progetti concreti e forti per costruire il suo sviluppo futuro. Nel 2017 questo progetto ha avuto grande successo con oltre mille presenze ai concerti proposti nel territorio metropolitano – ha sottolineato Antonio Bertoncello, Presidente dell’Ente di Comunità – e per questo il nuovo CdA della Fondazione Santo Stefano l’ha confermato con convinzione sostenendolo con metà del contributo totale.

I concerti metropolitani, tutti a ingresso libero, si apriranno giovedì 23 agosto con due appuntamenti: il primo a Concordia Sagittaria con Rossini150, un omaggio al compositore nel 150° anniversario della sua morte (il 7 settembre la cittadina ospiterà anche Fabrizio Scilla) e il secondo a Bagnara di Gruaro con Giampaolo Bandini alla chitarra e Cesare Chiacchiaretta al bandoneon con un programma che guarda alla musica argentina. Molto atteso l’appuntamento di Bibione con i canti polifonici georgiani, primo patrimonio immateriale dell’Unesco, del Basiani Ensemble (24 agosto); il Clartet, quartetto di clarinetti di Udine, è ospite a Pramaggiore (26 agosto). Il Duomo di Caorle ospiterà Racconti, una serata incentrata su brani strumentali di ispirazione narrativa, insieme a Filippo Gamba al pianoforte, Amiram Ganz e Eliot Lawson ai violini, Simone Briatore alla viola ed Enrico Bronzi e Damiano Scarpa ai violoncelli (28 agosto). La fisarmonica di Ghenadie Rotari sarà protagonista a San Stino di Livenza (29 agosto). San Donà di Piave ospiterà una serata tutta dedicata ai richiami letterari del mondo di Schumann (31 agosto). A Ceggia (3 settembre) arriverà il Quartetto Noûs, una formazione emergente e a Biverone di San Stino di Livenza il Duo Sanzin Mercelli (6 settembre).