Kremerata_© Paolo Pellegrin - Magnum Photos 14 (FILEminimizer)
Presentata poco fa a Trieste, la coproduzione Fondazione musicale Santa Cecilia e Società dei Concerti di Trieste e che porterà mercoledì 23 agosto alle ore 21 al Teatro Russolo di Portogruaro, nell’ambito del 35° Festival internazionale di Musica “Cercando Amadè”, una delle orchestre da camera più importanti in questo momento nel panorama europeo: la Kremerata Baltica (il 22 agosto si esibirà invece a Trieste). È un ensemble che parte dall’immensa esperienza artistica di Gidon Kremer – uno dei più importanti violinisti in circolazione negli ultimi quarant’anni, vincitore in gioventù dei più importanti premi solistici e con più di cento album all’attivo – messa in dialogo con le nuove generazioni di strumentisti dell’area baltica. La Kremerata ha già al suo attivo 19 CD per prestigiose etichette, uno dei quali ha vinto nel 2002 un Grammy Award. Per il festival di Portogruaro suonerà insieme ad Alessandro Taverna e Roberto Plano, i due pianisti italiani al momento più affermati sulla scena internazionale. Il concerto vedrà impegnata l’orchestra nell’esecuzione di due concerti di Mozart, il genio salisburghese al quale è dedicata questa 35° del Festival, il Kv414 ed il Kv449. A questi due brani si aggiungeranno l’Adagio e fuga per archi in do minore Kv546, testimonianza dell’interesse di Mozart per la polifonia e, in apertura, un brano (Sinfonia per archi e percussioni, di rarissima esecuzione in Italia) di Lepo Sumera (1950-2000), una delle voci più originali della  musica baltica moderna.
Già da ieri è possibile acquistare gli abbonamenti al Festival di Portogruaro; il 7 agosto apre la vendita di biglietti singoli.
Portogruaro, 1 agosto 2017
- – -
Ufficio Stampa – Festival di Portogruaro
Studio Sandrinelli srl 
Relazioni Pubbliche e Comunicazione
Barbara Candotti, cell. 393 1968181, candotti@studiosandrinelli.com
Sarah Salzano, cell. 339 5739191, salzano@studiosandrinelli.com