Venerdì 24 agosto 2018 ore 21.00
Summaga di Portogruaro, Abbazia

 

PAESAGGI TARDOBAROCCHI

CON L’ARMONIOSA ENSEMBLE

A SUMMAGA DI PORTOGRUARO

 

Sarà un concerto dedicato a un autore pressoché sconosciuto al grande pubblico: l’astigiano Carlo Graziani, violoncellista e compositore del Settecento, attivo ai suoi tempi in mezza Europa, divenuto insegnante reale del principe di Prussia e poi ingiustamente caduto nel dimenticatoio, quello di venerdì 24 agosto 2018 alle ore 21.00 nell’Abbazia di Summaga di Portogruaro. Inserito nel calendario di Illuminazioni, 36esima edizione del Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia, vedrà sul palco l’Armoniosa Ensemble composto da Stefano Cerrato (violoncello solo), Marco Demaria (violoncello di continuo) e Michele Barchi (clavicembalo).

Le Sei Sonate di Graziani per violoncello e continuo op. 3 sono state oggetto di una recente incisione discografica per l’etichetta inglese “Rubicon” proprio da parte dell’Armoniosa Ensemble e tre di esse sono l’asse conduttore del concerto proposto dal Festival. A queste opere saranno accostate due composizioni, ben più note, di J. S. Bach e A. Vivaldi quasi a creare un fondale scenico musicale su cui collocare le Sonate di Graziani, create successivamente a quelle dei due “grandi”, ma riconducibili a un comune macroalveo stilistico di matrice prevalente tardobarocca.

Le Sei Sonate op. 3  mostrano il percorso di maturazione artistica di Graziani, passando da un linguaggio decisamente barocco, talvolta con leziosità del Rococò, ad alcune avvisaglie di Classicismo. Tecnicamente molto ardite, soprattutto nei tempi sviluppati con forma di Tema e Variazioni, denotano una sbalorditiva capacità e padronanza strumentale, che pongono sicuramente l’autore ai vertici europei del virtuosismo del suo tempo.

La terza Suite per violoncello di Bach, composta molto probabilmente tra il 1717 e il 1723 alla corte del principe Leopoldo di Anhalt-Köthen, verrà proposta in una versione inusuale, ovvero con l’aggiunta di un basso continuo realizzato da Michele Barchi.

Infine la Sonata in mi minore per violoncello e continuo di Vivaldi propone all’ascoltatore atmosfere compunte e struggenti e probabilmente proprio per questo ha goduto di una notevole popolarità, specialmente in ambito francese, durante il secolo romantico e fino alla prima metà del Novecento.

Nello stesso giorno alle ore 18, nella Sala Consiliare del Municipio di Portogruaro con ingresso libero, concerto degli studenti delle masterclass con musiche di autori vari. Cuore pulsante del Festival, le masterclass sono tenute da docenti di caratura internazionale e portano nella cittadina Veneta quasi 200 giovani musicisti da tutto il mondo che, qui, vengono a formarsi.

Il Festival internazionale di musica di Portogruaro è realizzato in collaborazione con Città di Portogruaro, Città metropolitana di Venezia, Regione Veneto, Teatro Comunale Russolo e grazie al contributo dei main sponsor Santa Margherita – Gruppo Vinicolo, da anni vicina al Festival e che con il suo fondamentale contributo permette la realizzazione di questa manifestazione, Fondazione di Venezia, Fondazione Santo Stefano Onlus Adriatico 2, Intrapresa srl e di altri numerosi sponsor e sostenitori privati.

Info e programma: www.festivalportogruaro.it

 

Portogruaro, 20 agosto 2018

 

 

- – -
Ufficio Stampa – Festival di Portogruaro
Studio Sandrinelli srl
Relazioni Pubbliche e Comunicazione
Barbara Candotti, cell. 393 1968181, candotti@studiosandrinelli.com