AL VIA LA SEZIONE METROPOLITANA DEL FESTIVAL

GIOVEDÌ 23 AGOSTO 2018 ORE 21.00
CONCORDIA SAGITTARIA, CATTEDRALE

ROSSINI150

 

Ingresso libero

 

Un programma di dieci concerti metropolitani che si integra e completa quello proposto a Portogruaro. I concerti metropolitani, tutti a ingresso libero, si apriranno giovedì 23 agosto con un appuntamento a Concordia Sagittaria dedicato alla memoria di Rossini nell’anno del 150esimo anniversario della sua morte e uno a Bagnara di Gruaro con il concerto del Bandini Chiacchiaretta Duo.

***********************

Ci sono iniziative come il Festival internazionale di musica di Portogruaro organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia in grado di dare al territorio l’occasione di sperimentare la cultura in tutte le sue forme. Lo fa estendendo, grazie al sostegno della Fondazione di Venezia e della Fondazione Santo Stefano Onlus e alla collaborazione dei Comuni e delle località coinvolte, i concerti del Festival nelle vicine cittadine del Veneto Orientale con una specifica sezione “metropolitana” del Festival.

Un programma di dieci appuntamenti che si aprirà giovedì 23 agosto con due concerti a ingresso gratuito. Il primo, dal titolo Rossini150, si terrà alle ore 21 nella Cattedrale di Concordia Sagittaria e sarà un concerto omaggio a uno dei più importanti compositori della storia, Gioacchino Rossini, nell’anno delle celebrazioni per i 150 anni trascorsi dalla sua morte dichiarato per legge “anno rossiniano”. Su palco A. Ganz e E. Lawson ai violini, F. Scilla al violoncello e F. Deng al contrabbasso. Il secondo appuntamento della giornata, sempre alle ore 21, sarà quello del Bandini Chiacchiaretta Duo (chitarra e bandoneon) che si esibirà nella chiesa parrocchiale di Bagnara di Gruaro.

In Rossini150 verrà proposto un programma che, vicino al Duetto in re maggiore per violoncello e contrabbasso, comprende tre delle sei Sonate a quattro, che Rossini compose durante il primissimo periodo artistico, all’età di soli 12 anni, e che si ispirano al modello della scuola italiana (ancora lontani erano gli studi fatti sui classici viennesi). Da essa attinge l’ispirazione e il gusto della melodia, che sovrasta sul semplice accompagnamento degli strumenti antagonisti. Tutte le Sonate rispecchiano il medesimo schema tradizionale tripartito in forma di concerto, con due movimenti veloci ed uno centrale lento. Il terzo movimento della Sonata n.6 – la “Tempesta” – nel programma della serata, vi si trova l’uso del “temporale” sulla scena; qui il musicista sperimenta con tutta la sua veemenza un prototipo che ricorrerà spesso nella sua musica e che è caratteristico del suo stile.

Info e programma completo su: www.festivalportogruaro.it

Portogruaro, 19 agosto 2018

 

 

- – -
Ufficio Stampa – Festival di Portogruaro
Studio Sandrinelli srl
Relazioni Pubbliche e Comunicazione
Barbara Candotti, cell. 393 1968181, candotti@studiosandrinelli.com