Martedì 25 agosto per il Festival internazionale di Musica di Portogruaro, 38esima edizione, il duo di Giampaolo Bandini (chitarra) e Andrea Oliva (flauto) nell’Abbazia di Summaga di Portogruaro alle 21. In programma musiche di Schubert, Castelnuovo-Tedesco e Piazzolla

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria

Primo appuntamento sul territorio per il Festival Internazionale di Musica di Portogruaro (alla sua 38esima edizione), che si sposta nell’Abbazia di Summaga di Portogruaro, gioiello architettonico e artistico, la cui costruzione risale al X secolo e che accoglie alcuni tra i più importanti affreschi dell’arte romanica del nord est. È qui che martedì 25 agosto si esibiranno Giampaolo Bandini (chitarra) e Andrea Oliva (flauto), a partire dalle 21. L’ingresso al concerto è libero, previo prenotazione.

Bandini GiampaoloGiampaolo Bandini è tra i chitarristi più acclamati dello scenario nazionale; in carriera dal 1990, collabora come solista e come camerista con le principali istituzioni concertistiche italiane ed estere (Carnegie Hall di New York, Musikhalle di Amburgo, International Centre for the Performing Arts di Pechino, Teatro Regio di Parma, IRCAM di Parigi, Accademia di Santa Cecilia e Parco della Musica a Roma) ed è tra i pochi chitarristi ad aver suonato nella Sala Grande della prestigiosa Filarmonica di San Pietroburgo. Tra i suoi collaboratori sono Enrico Bronzi, I Virtuosi di Mosca, Quartetto d’archi della Scala, Trio di Parma, I Virtuosi Italiani. Conta oltre 10 incisioni discografiche e collabora con molti compositori, dei quali esegue spesso pagine in prima assoluta.

Oliva Andrea “Una stella brillante nel mondo del flauto”: così Sir James Galway definisce Andrea Oliva, primo flauto solista dell’ Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, ruolo che ricopre dal 2003. Già membro effettivo dell’Orchestra Giovanile Gustav Mahler, ha frequentato l’Accademia Karajan e ha suonato sotto la direzione di Abbado, Maazel, Gerghiev, Haitink. È membro e fondatore del “Quintetto di fiati Italiano” e de “I Cameristi di Santa Cecilia” e docente dei corsi di alto perfezionamento all’Accademia di S. Cecilia di Roma e all’Accademia Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola.

Il programma del concerto spazia attraverso mondi lontani nella storia, a cominciare dall’Arpeggione di Schubert: così viene chiamata la Sonata in la minore D 821, composta originariamente per uno strumento inventato e proposto negli anni Venti dell’Ottocento, ma pochi anni dopo scomparso dalle scene. Si trattava appunto dell’”arpeggione”, un’ibrida fusione tra chitarra e violoncello, dal timbro molto particolare. A Portogruaro l’opera schubertiana, che nella prassi più diffusa è dedicata a pianoforte e violoncello, è eseguita dall’organico non consueto di chitarra e flauto.
A seguire, il duo esegue la Sonatina op. 205 di Mario Castelnuovo-Tedesco (1965), per finire con “Histoire du Tango”, un monumento della creatività musicale novecentesca, firmato da Astor Piazzolla – il “rivoluzionario” del Tango Nuevo – che la celeberrima suite ripercorre la storia della musica sudamericana per elezione, incrociando passione, virtuosismo, tradizioni musicali e grande innovazione compositiva.

Per prenotare i posti (obbligatorio per i concerti a ingresso libero), acquistare i biglietti o gli abbonamenti residui, la biglietteria è aperta presso il Teatro Russolo, fino al 26 agosto, ogni giorno dalle 11 alle 12.30 e dalle 18 alle 20; dal 27 agosto a fine festival (per prenotazioni e biglietti singoli) è aperta il 27, 31 agosto e il 3, 8, 10, 12, 14 e 17 settembre, dalle 18 alle 21.
A Portogruaro sono attesi moltissimi ospiti di prestigio nelle prossime settimane: tra questi l’Orchestra di Padova e del Veneto, i Solisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e il Quartetto Prometeo, i pianisti Gloria Campaner e Lorenzo Cossi, l’Ex Novo Ensemble, la violinista Laura Bortolotto.

Portogruaro – Festival Internazionale di Musica è realizzato in collaborazione con Città di Portogruaro, Città metropolitana di Venezia, Regione Veneto, Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro; e grazie al contributo dei main sponsor Santa Margherita – Gruppo Vinicolo da anni vicina al Festival e Adriatico2; degli sponsor Generali – Agenzia di Portogruaro San Nicolò, LTA Livenza Tagliamento Acque, Asvo (insieme per l’ambiente), Alysen; e degli sponsor tecnici: Fondazione Collegio Marconi, Fazioli Pianoforti, FAI Delegazione di Portogruaro, Accademia Organistica Udinese e di numerosi altri sostenitori, anche privati, che hanno dato il loro apporto per la costante crescita della manifestazione.