27.08/martedì – ore 21
Portogruaro, Teatro Comunale Luigi Russolo (ingresso a pagamento)

EROICA

Orchestra di Padova e del Veneto
Roberto Plano/pianoforte
Reinhard Goebel/direttore

 

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)

Concerto n. 3 in do minore per pianoforte e orchestra op. 37

Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica”

 

Acquista il biglietto on line

 

in collaborazione con 
logo_Friuladria

 

- – - – - – - – - – - – - -

OPVORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO
Costituita nell’ottobre 1966, nel corso di quarant’anni di attività si è affermata come una delle principali orchestre da camera italiane nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero. L’Orchestra è formata sulla base dell’organico del sinfonismo ‘classico’. Peter Maag – il grande interprete mozartiano – ne è stato il direttore principale dal 1983 al 2001, mentre Piero Toso ne ha ricoperto il ruolo di primo violino solista dalla fondazione al 2009. Alla direzione artistica si sono succeduti Claudio Scimone (dalla fondazione al 1983), Bruno Giuranna (dal 1983 al 1992), Guido Turchi (1992-93) e, come direttore musicale, Mario Brunello (2002- 2003). L’attuale direttore artistico dell’Orchestra è Filippo Juvarra (Premio della Critica Musicale Italiana “Franco Abbiati” 2002). Nella sua lunga vita artistica l’Orchestra annovera collaborazioni con i nomi più insigni del concertismo internazionale tra i quali si ricordano S. Accardo, P. Anderszewski, M. Argerich, V. Ashkenazy, J. Barbirolli, Y. Bashmet, R. Buchbinder, M. Campanella, G. Carmignola, R. Chailly, C. Desderi, T. Dun, G. Gavazzeni, R. Goebel, N. Gutman, Z. Hamar, A. Hewitt, C. Hogwood, L. Kavakos, T. Koopman, A. Lonquich, R. Lupu, M. Maisky, V. Mullova, O. Mustonen, A.S. Mutter, M. Perahia, I. Perlman, M. Quarta, J.P. Rampal, S. Richter, M. Rostropovich, H. Shelley, J. Starker, R. Stoltzman, H. Szeryng, U. Ughi, S. Vegh, K. Zimerman. L’Orchestra è l’unica Istituzione Concertistico – Orchestrale (I.C.O.) operante nel Veneto e realizza circa 120 concerti l’anno, con una propria stagione a Padova, concerti nella regione Veneto, in Italia per le maggiori Società di concerto e Festival, e tournée all’estero. A partire dal 1987 l’Orchestra ha intrapreso una vastissima attività discografica con oltre cinquanta incisioni per le più importanti etichette, tra le quali si segnalano: i Concerti BWV 1054 e BWV 1058 di Bach e il Concerto K 503 di Mozart con S. Richter e Y. Bashmet (Teldec), i Concerti per violoncello di Boccherini con D. Geringas e B. Giuranna (Claves-Grand Prix du Disque 1989), “La Betulia liberata” di Mozart con P. Maag (Denon), l’Integrale delle Sinfonie di Beethoven con P. Maag (Arts), il Concerto K 466 di Mozart con M. Argerich e A. Rabinovitch (Teldec). Più recente è l’uscita dell’oratorio “La Passione di Gesù Cristo” di J.G. Naumann diretto da S. Balestracci (cpo) e del DVD “Homage to Amadeus” con François-Joël Thiollier, pianoforte (Multigram), mentre è di prossima pubblicazione un CD (Sony) dedicato alle musiche di G. Cambini con D. Dini Ciacci, oboe e direttore, P. Carlini, fagotto e P. Brunello, oboe. L’Orchestra è sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto, Provincia di Padova, Comune di Padova e Fondazione Antonveneta. Dall’ottobre 2011 ha acquisito la natura giuridica di «Fondazione».

 

PLANOROBERTO PLANO
Vincitore del Cleveland International Piano Competition e premiato ai Concorsi Van Cliburn, Honens, Dublino, Geza Anda, Valencia e Sendai, ha intrapreso una carriera internazionale che lo ha portato ad esibirsi in sale quali Lincoln Center a New York, Herculessaal a Monaco, Wigmore Hall a Londra, Salle Cortot a Parigi, e ad essere invitato da prestigiosi Festival quali, tra gli altri, il Festival Michelangeli di Brescia e Bergamo, lo Chopin Festival di Duszniki (Polonia), il Ravinia Festival (Usa), il Bologna Festival – Grandi Interpreti. Ha suonato come solista sotto la direzione di grandi Direttori (Zuckerman, Marriner, Conlon, Gelmetti, Renzetti, Rizzi Brignoli) con orchestre quali gli archi dei Berliner Philarmoniker, la Houston Symphony, la RTE National Symphony Orchestra (Dublino), la Konzertverein Orchestra (Vienna), l’Orchestra Sinfonica Verdi di Milano. Ha inciso per Sipario, Azica e Arktos e il suo nuovo disco dedicato alla musica di Andrea Luchesi e distribuito dalla Concerto – una prima incisione mondiale – è stato recensito con la massima valutazione (5 stelle) dal mensile MUSICA. Ha collaborato con celebri quartetti d’archi (Takacs, Vogler, Henschel, Fine Arts, St. Petersburg, Jupiter, Quartetto della Scala) e solisti (Enrico Bronzi, Gabriele Cassone, Pavel Berman, Amiram Ganz). È stato definito dal Chronicle il “Pavarotti del pianoforte” per il suo liricismo, definito l’erede di Rubinstein e Horowitz dal commentatore radiofonico di Chicago P. Harvey, e additato come uno tra i più grandi interpreti di Skrjabin dal critico americano John Bell Young. Già membro di giuria in svariati concorsi (tra i quali il Singapore Piano Competition) è stato invitato a far parte della commissione del prossimo Cleveland International Piano Competition, che si terrà negli Usa nell’agosto 2013. È Fondatore e Presidente dell’Associazione Musicale “Alfred Cortot” e dell’ Accademia Musicale Varesina, presso la quale tiene un Corso Annuale di Perfezionamento Pianistico.

 

 

goebelREINHARD GOEBEL
Già conosciuto come il fondatore dell’Ensemble Musica Antiqua Koln, ensemble che si dedica alla musica antica famoso in tutto il mondo, si è anche affermato come uno tra i più considerati direttori di orchestre “moderne”. È nato nel 1952 ed ha cominciato a prendere lezioni di violino all’età di dodici anni. Nella primissima fase dei suoi studi, aveva già maturato il suo esclusivo interesse per la musica antica. Nel 1973 ha fondato il Musica Antiqua Koln e, nel 1978, ha firmato un unico contratto con la Deutsche Grammophon Gesellschaft – Archiv Produktion. In questa circostanza è stato capace di consolidare il suo status di importante esponente europeo di Musica Antica divenendo una personalità autorevole specialmente nel repertorio musicale del Barocco Tedesco. Le sue registrazioni con l’Ensemble Musica Antiqua Koln, collocate ad un alto livello dal punto di vista artistico, hanno ricevuto i più prestigiosi premi mondiali (Gramophone Awards, Diapason d’Or). Si è esibito come direttore ospite con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, la Tonhalle-Orchester di Zurigo, l’Orchestra della Royal Opera di Copenaghen, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestre National d’Île de France, la Deutsches Symphonieorchester di Berlino, la Gewandhaus di Lipsia, la Dresden Philharmonic and Staatskapelle, Le Orchestre da Camera di Monaco e Zurigo, l’Hamburger Symphoniker, e le maggiori orchestre radiofoniche tedesche comprese la WDR, la BR, la HR, la SR e la NDR. Inoltre si è esibito con la Helsinki Baroque Orchestra in Finlandia e ha debuttato come direttore a Taiwan (con la Taipei Symphony) e in Australia (con la Melbourne Simphony). Queste prime esibizioni sono state accompagnate dal suo eccellente esordio in qualità di direttore negli Stati Uniti (con la Grand Teton Festival Orchestra nel Wyoming). I progetti che l’hanno visto impegnato nel 2012 hanno compreso molti concerti con la Budapest Festival Orchestra, con la Wiener Kammerorchester al Konzerthaus di Vienna e tre concerti con un programma interamente dedicato a Mozart a Melbourne e a Monash. Nel gennaio 2013 ha diretto la Sibellius Academy di Helsinki e ha presentato la versione completa dei Concerti Brandeburghesi di Johannes Sebastian Bach. In aprile ha esordito con la Sydney Symphony in quattro concerti con Mirijam Contzen all’Opera  House: i concerti hanno avuto un successo così grande che è stato nuovamente invitato per il 2015. Dal 2010 è docente di esecuzione musicale antica al Mozarteum di Salisburgo.