30.08/venerdì – ore 21
Portogruaro, Teatro Comunale Luigi Russolo (ingresso a pagamento)

APOLLO*

Orchestra di Padova e del Veneto
Alessandro Taverna/pianoforte
Reinhard Goebel/direttore

 

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)

Sinfonia n.1 in do maggiore op. 2

Concerto n.4 in sol maggiore per pianoforte e orchestra op. 58

Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 36

 

Acquista il biglietto on line

 

 

in collaborazione con

santa_margherita

* GLI APERITIVI DI LUDWIG ore 19.30 / Foyer della Magnolia
le aziende De’Longhi, Kenwood, Braun e Santa Margherita avranno il piacere di accogliere gli spettatori a condividere assieme l’aperitivo in attesa del concerto.

 

——————–

OPVORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO
Costituita nell’ottobre 1966, nel corso di quarant’anni di attività si è affermata come una delle principali orchestre da camera italiane nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero. L’Orchestra è formata sulla base dell’organico del sinfonismo ‘classico’. Peter Maag – il grande interprete mozartiano – ne è stato il direttore principale dal 1983 al 2001, mentre Piero Toso ne ha ricoperto il ruolo di primo violino solista dalla fondazione al 2009. Alla direzione artistica si sono succeduti Claudio Scimone (dalla fondazione al 1983), Bruno Giuranna (dal 1983 al 1992), Guido Turchi (1992-93) e, come direttore musicale, Mario Brunello (2002- 2003). L’attuale direttore artistico dell’Orchestra è Filippo Juvarra (Premio della Critica Musicale Italiana “Franco Abbiati” 2002). Nella sua lunga vita artistica l’Orchestra annovera collaborazioni con i nomi più insigni del concertismo internazionale tra i quali si ricordano S. Accardo, P. Anderszewski, M. Argerich, V. Ashkenazy, J. Barbirolli, Y. Bashmet, R. Buchbinder, M. Campanella, G. Carmignola, R. Chailly, C. Desderi, T. Dun, G. Gavazzeni, R. Goebel, N. Gutman, Z. Hamar, A. Hewitt, C. Hogwood, L. Kavakos, T. Koopman, A. Lonquich, R. Lupu, M. Maisky, V. Mullova, O. Mustonen, A.S. Mutter, M. Perahia, I. Perlman, M. Quarta, J.P. Rampal, S. Richter, M. Rostropovich, H. Shelley, J. Starker, R. Stoltzman, H. Szeryng, U. Ughi, S. Vegh, K. Zimerman. L’Orchestra è l’unica Istituzione Concertistico – Orchestrale (I.C.O.) operante nel Veneto e realizza circa 120 concerti l’anno, con una propria stagione a Padova, concerti nella regione Veneto, in Italia per le maggiori Società di concerto e Festival, e tournée all’estero. A partire dal 1987 l’Orchestra ha intrapreso una vastissima attività discografica con oltre cinquanta incisioni per le più importanti etichette, tra le quali si segnalano: i Concerti BWV 1054 e BWV 1058 di Bach e il Concerto K 503 di Mozart con S. Richter e Y. Bashmet (Teldec), i Concerti per violoncello di Boccherini con D. Geringas e B. Giuranna (Claves-Grand Prix du Disque 1989), “La Betulia liberata” di Mozart con P. Maag (Denon), l’Integrale delle Sinfonie di Beethoven con P. Maag (Arts), il Concerto K 466 di Mozart con M. Argerich e A. Rabinovitch (Teldec). Più recente è l’uscita dell’oratorio “La Passione di Gesù Cristo” di J.G. Naumann diretto da S. Balestracci (cpo) e del DVD “Homage to Amadeus” con François-Joël Thiollier, pianoforte (Multigram), mentre è di prossima pubblicazione un CD (Sony) dedicato alle musiche di G. Cambini con D. Dini Ciacci, oboe e direttore, P. Carlini, fagotto e P. Brunello, oboe. L’Orchestra è sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto, Provincia di Padova, Comune di Padova e Fondazione Antonveneta. Dall’ottobre 2011 ha acquisito la natura giuridica di «Fondazione».

 

tavernaALESSANDRO TAVERNA
Si è esibito in tutto il mondo nelle più importanti sale e stagioni musicali, tra cui Wigmore Hall e Royal Festival Hall di Londra, Salle Cortot di Parigi, Preston Bradley Hall di Chicago, Bridgewater Hall di Manchester, Konzerthaus di Berlino, St David’s Hall di Cardiff, la Fazioli Concert Hall di Sacile, International Keyboard Festival di New York, Maggio Musicale Fiorentino, MITO Settembre Musica. Ha suonato con la London Philharmonic Orchestra, la Royal Philharmonic Orchestra, la Minnesota Orchestra, la Hallé Orchestra di Manchester, la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, la Hull Philharmonic Orchestra, la Chamber Orchestra Kremlin, l’Orchestra Sinfonica di Bucarest. Ha detto di lui il quotidiano inglese The Independent: “Quando Alessandro Taverna ha dato inizio al Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 di Chopin il pubblico, all’improvviso, è stato pervaso da una solenne bellezza: sono stati impeccabili minuti di intensa poesia!” mentre The Guardian lo ha additato come un pianista di “serio talento con un potenziale di primo livello”. Nel 2009 ha inaugurato in Virginia la stagione musicale del Castleton Festival di Lorin Maazel, il quale lo ha recentemente invitato a Washington e a esibirsi nel 2014 sotto la sua direzione con i Münchner Philharmoniker al Gasteig di Monaco e al Musikverein di Vienna. Numerose le affermazioni in prestigiosi concorsi pianistici internazionali, tra i quali il Minnesota International Piano Competition, il London International Piano Competition, l’Hamamatsu International Piano Competition in Giappone, il Premio Casella a Venezia, il Concorso Busoni di Bolzano, il Premio Skrjabin di Grosseto, il Leeds International Piano Competition, riconoscimenti che lo confermano come uno degli artisti più significativi della sua generazione. Lo scorso anno ha ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il Premio Sinopoli, che gli è stato attribuito per meriti artistici e per la sua carriera internazionale. Ha studiato con Laura Candiago Ferrari alla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro,  diplomandosi con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. Successivamente ha conseguito i diplomi cum laude all’Accademia Pianistica di Imola e all’Accademia Nazionale S. Cecilia di Roma; si è in seguito specializzato con Arie Vardi alla Hochschule für Musik, Theater und Medien di Hannover a alla Lake Como Piano Academy. È responsabile artistico per l’Associazione Musicale Alapiano e insegna pianoforte presso la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro.

 

goebelREINHARD GOEBEL
Già conosciuto come il fondatore dell’Ensemble Musica Antiqua Koln, ensemble che si dedica alla musica antica famoso in tutto il mondo, si è anche affermato come uno tra i più considerati direttori di orchestre “moderne”. È nato nel 1952 ed ha cominciato a prendere lezioni di violino all’età di dodici anni. Nella primissima fase dei suoi studi, aveva già maturato il suo esclusivo interesse per la musica antica. Nel 1973 ha fondato il Musica Antiqua Koln e, nel 1978, ha firmato un unico contratto con la Deutsche Grammophon Gesellschaft – Archiv Produktion. In questa circostanza è stato capace di consolidare il suo status di importante esponente europeo di Musica Antica divenendo una personalità autorevole specialmente nel repertorio musicale del Barocco Tedesco. Le sue registrazioni con l’Ensemble Musica Antiqua Koln, collocate ad un alto livello dal punto di vista artistico, hanno ricevuto i più prestigiosi premi mondiali (Gramophone Awards, Diapason d’Or). Si è esibito come direttore ospite con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, la Tonhalle-Orchester di Zurigo, l’Orchestra della Royal Opera di Copenaghen, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestre National d’Île de France, la Deutsches Symphonieorchester di Berlino, la Gewandhaus di Lipsia, la Dresden Philharmonic and Staatskapelle, Le Orchestre da Camera di Monaco e Zurigo, l’Hamburger Symphoniker, e le maggiori orchestre radiofoniche tedesche comprese la WDR, la BR, la HR, la SR e la NDR. Inoltre si è esibito con la Helsinki Baroque Orchestra in Finlandia e ha debuttato come direttore a Taiwan (con la Taipei Symphony) e in Australia (con la Melbourne Simphony). Queste prime esibizioni sono state accompagnate dal suo eccellente esordio in qualità di direttore negli Stati Uniti (con la Grand Teton Festival Orchestra nel Wyoming). I progetti che l’hanno visto impegnato nel 2012 hanno compreso molti concerti con la Budapest Festival Orchestra, con la Wiener Kammerorchester al Konzerthaus di Vienna e tre concerti con un programma interamente dedicato a Mozart a Melbourne e a Monash. Nel gennaio 2013 ha diretto la Sibellius Academy di Helsinki e ha presentato la versione completa dei Concerti Brandeburghesi di Johannes Sebastian Bach. In aprile ha esordito con la Sydney Symphony in quattro concerti con Mirijam Contzen all’Opera  House: i concerti hanno avuto un successo così grande che è stato nuovamente invitato per il 2015. Dal 2010 è docente di esecuzione musicale antica al Mozarteum di Salisburgo.