giovedì 30 agosto – ore 21.00
Portogruaro – Chiesa di San Luigi

Francesco Cerrato, Laura Bortolotto, violini
Enrico Carraro, viola
Hannah Vinzens, violoncello
Federico Lovato, Francesca Sperandeo, pianoforti
Támmittam Percussion EnsembleGuido Facchin, direttore

 

Le nuove musiche

Alberto Caprioli (1956)
Del celeste confine. Frammento, per quartetto d’archi

Francesco Chiari (1958)
Trio, per pianoforte e archi

Luigi Abbate (1958)
Graffiti, Quartetto per archi e pianoforte

Mario Pagotto (1966)
Le ombre delle idee, per due pianoforti e percussioni

Francesco Schweizer (1965)
Sailing to Byzantium, per due pianoforti e percussioni

Claudio Scannavini (1959)
3 miniature, per due pianoforti e percussioni

 

ingresso libero

________________

Francesco Cerrato, violino
Nato ad Asti nel 1982, inizia a quattro anni lo studio del violino con L. R. Mosca al Suzuki Talent Center di Torino. Diplomatosi giovanissimo ha proseguito la sua formazione con P. Vernikov ed i suoi collaboratori in Italia ed all’estero. Avviato alla carriera concertistica, ha vinto numerosi concorsi internazionali e conta ormai al suo attivo più di 350 concerti tra Europa, Russia, Africa, Brasile, Stati Uniti e Giappone. Ha collaborato in svariati campi artistici con: G. Carmignola, M. Brunello, E. Bronzi, D. Rossi, F. Vacchi, A. Corghi, E. Zaremba, D. Di Bonaventura, J. Girotto, R. Marcotulli, C. Fracci, B. Menegatti, L. Sastri. Produttore indipendente, dirige cortometraggi premiati a Houston, New York, Mumbai e Honolulu. Nel 2008 costituisce il “RedDress Recording Studio”, collaborando altresì con l’etichetta Concerto Classics di Milano. Nel 2012, insieme al fratello, fonda l’ensemble barocco “Armoniosa” di cui è leader e violino concertante.

Laura Bortolotto, violino
Vincitrice a 15 anni del Concorso Nazionale Biennale di Violino di Vittorio Veneto, ha ottenuto primi premi in concorsi nazionali e internazionali, tra cui l’International Hindemith Competition di Berlino. Ha suonato da solista con orchestre italiane e straniere, tra cui Maggio Fiorentino, Santa Cecilia di Roma e l’Orchestra Nazionale dell’Ucraina. Ha tenuto concerti nell’ambito di numerosi festival come “Fantasie 2008” di Portogruaro, Incontri di Musica da Camera di Cividale del Friuli, Stagione Sinfonica della Valle d’Aosta, Festival Pianistico di Spoleto, Festival del Maggio Fiorentino. Nel 2010 ha ricevuto dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, l’Attestato di Onore di Alfiere della Repubblica. Suona un violino G. B. Ceruti del 1815 della Fondazione Pro Canale

Enrico Carraro, viola
Nato nel 1985, ricopre l’incarico di Prima Viola presso l’orchestra da camera dei Pomeriggi Musicali di Milano. È stato invitato a diverse stagioni di musica da camera, tra le quali le “Settimane Musicali” di Vicenza, avendo il piacere di collaborare con artisti del calibro di M. Brunello, P. Toso e L. Simoncini. Collabora con l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra d’Archi Italiana, l’Orchestra De Sono. Si è diplomato in violino e viola con S. Tchakerian e D. Zaltron. Si perfeziona con I. Grubert, S. Briatore ed A. Zamarra. Nel 2005 fonda il Trio Poem con il quale è regolarmente invitato in Italia ed Europa (Ginevra) e vince il primo premio in diversi concorsi, tra i quali nel 2009 il “Città di Padova” e nel 2010 il concorso Rospigliosi. Il Trio si è perfezionato con G. B. Rigon, pianista del Trio Italiano, e con il Trio di Parma presso la Scuola Internazionale di Musica da Camera a Duino.

Hanna Vinzens, violoncello
È nata a Monaco nel 1988 e ha cominciato a suonare il violoncello all’età di otto anni. Dal 2003 ha studiato con Gavriel Lipkind a Francoforte. Fin dalla giovane età, insieme ai suoi fratelli, ha intrapreso un’intensa esperienza nel mondo della musica da camera. Nel 2005 ricevette una borsa di studio che le diede la possibilità di studiare all’estero recandosi alla Guildhall School of music di Londra per un anno. Dal 2006 ha studiato con Rafael Rosenfield alla Hochschule fur Musik a Basilea dove ha ottenuto il diploma. Attualmente frequenta il master con Enrico Bronzi all’Universität Mozarteum di Salisburgo. Ha lavorato, tra gli altri, con Bernard Greenhouse, Uzi Wiesel,Thomas Demenga, W. E. Schmidt, Sergio Azzolini e Gerard Wyss. Suona un violoncello del 1763, proveniente da Napoli, che le è stato donato generosamente dalla Donata Foundation.

Federico Lovato, pianoforte
Diplomato in pianoforte e violoncello, svolge principalmente attività di camerista. Fondamentali per la sua formazione artistica sono stati gli incontri con B. Greenhouse, M. Flaksman e i componenti del Trio di Parma. Collabora stabilmente con la violoncellista croata J. Ocic con la quale ha all’attivo numerosi concerti in Europa e negli Stati Uniti, oltre a diverse dirette radiofoniche per la Radio Nazionale Croata; in formazione di trio suona con il fratello Francesco (violino) e G. Pellarin (corno). Partecipa regolarmente a diversi festival di musica da camera, ha suonato in varie formazioni con importanti musicisti di fama internazionale. Incide per le etichette “Challenge Records”, “Audite” e “Dynamic”. Insegna presso il Conservatorio “Bonporti” di Trento.

Francesca Sperandeo, pianoforte
Ha studiato pianoforte a Portogruaro sotto la guida di L. De Vecchi, diplomandosi al Conservatorio “Pollini”di Padova. Ha seguito i corsi di G. Lovato, K. Bogino, M. Jones, A. Specchi, B. Baraz, del Trio di Trieste e del Trio di Parma. Si è distinta in vari concorsi pianistici. Insegna presso la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro e collabora in qualità di pianista accompagnatrice con musicisti di fama internazionale. È la pianista del Trio Operacento con il quale ha ottenuto importanti riconoscimenti al Concorso Nuovi Orizzonti di Arezzo, al Concorso Internazionale di Musica da Camera Luigi Nono di Venaria Reale e al Concorso Internazionale Rovere d’oro di Imperia. È la pianista accompagnatrice della classe di violoncello della Internationale Sommerakademie Universität Mozarteum di Salisburgo.

Tamittam Percussion Ensemble
Il Tàmmittam Percussion Ensemble è stato ideato e creato nel 1986,a Vicenza, da Guido Facchin integrando professionisti e i migliori allievi della classe di percussione del Conservatorio di Vicenza. Lo scopo del Tàmmittam Percussion è sempre stato quello di far conoscere gli strumenti a percussione, delle più diverse culture musicali europee ed extra-europee, per far conoscere il repertorio cameristico sia della musica del XXI secolo che di quella contemporanea. L’Ensemble Tàmmittam è stato ospite di molteimportanti società concertistiche tra le quali si ricordano: Rassegna Musica Contemporanea Sonopolis (Teatro La Fenice di Venezia); Società del Quartetto di Vicenza; 38° Sagra Malatestiana; Rai 3 Valle d’Aosta; Rassegna Musica Oggi Centro d’Arte di Padova; Stagione Cameristica Teatro La Fenice di Venezia; Thèatre Gyptis di Marsiglia; Festival Civiltà delle Macchine, Lingotto di Torino; GAMO (Tempo Reale) di Firenze; Immagine Elettronica Teatro Comunale di Ferrara; Festival Musica ‘900 di Trento; Auditorium“Magnificat” di Gerusalemme

Guido Facchin, direttore
Percussionista, ricercatore. Ha vinto l’audizione di Percussione dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Orchestra Teatro La Fenice di Venezia, dove è stato titolare dal 1970 al 1998. Ha collaborato con le orchestre di Treviso, di Padova e del Veneto, Olimpico di Vicenza, Poket Opera e J. Futura di Trento, National Radio France. Ha fondato il Gruppo Percussione 4, Támmittam Percussion Ensemble, Duo arpa e percuss, Avalokiteshvara. Ha vinto il Premio di Composizione A. Di Giacomo ed il Premio RiPercussioni, per il contributo alla diffusione delle percussioni nel mondo. Titolare di Teoria Solf. ai Conservatori di Padova e Vicenza e titolare della cattedra di Strumenti a Percussione del Conservatorio di Vicenza al 2011. È autore composizioni/pubblicazioni Le Percussioni (1ª,2ª ed., EDT, pref. Cage e Kagel; Oggetti Sonori (coll. M.Caroldi.). Inc. disc.: Artis Rercords: Chamber Music by Luigi Nono; Dynamic: Piano and Percussion in the XXth; A Homage to Lou Harrison,4 vol.; 25 Years With the Támmittam.