Prima della conclusione il Festival Internazionale di Musica di Portogruaro torna nella città metropolitana, valorizzando i patrimoni storico culturali del territorio: domani, martedì 15 settembre alle 21, il penultimo concerto si terrà infatti nella Cattedrale di Santo Stefano Protomartire di Concordia Sagittaria, chiesa principale della Diocesi di Concordia-Pordenone e monumento nazionale, dalla storia antichissima. Le radici della costruzione risalgono a poco dopo l’editto di Costantino, quando fu costruita la Trichora Martyrum (un edificio con tre absidi) nel IV secolo, poi ampliato e più volte rivisitato nei secoli, fino ai primi anni del Novecento.

In questo luogo ricco di storia e di testimonianze si esibiscono Carlo Torlontano al corno delle Alpi con l’organo di Francesco Di Lernia.

Torlontano è tra i più acclamati solisti del suo strumento (un particolare corno di origini popolari, lungo oltre quattro metri, solitamente usato per lanciare particolari “ranz des vaches”, richiami per il bestiame, nelle valli alpine) che promuove nelle sale da concerto con un repertorio dedicato. Torlontano è stato il primo corno solista della Orchestra Sinfonica della Rai, del Teatro di San Carlo a Napoli e del Teatro Lirico di Cagliari e ha suonato, tra gli altri con Martha Argerich e molti prestigiosi solisti e orchestre.

Francesco Di Lernia è organista di fama, che ha suonato come solista e come collaboratore con – tra gli altri – Wiener Philharmoniker, Wiener Akademie e ha inciso per Tactus, Dynamic e molti altri. Contribuisce con la sua attività allo sviluppo e la valorizzazione degli organi storici del Sud Italia, spesso in collaborazione con le Soprintendenze ai Beni Culturali. In programma musiche di Bartesch, Zimmermann, Bach, Corelli, D’Aquila e Leopold Mozart. (ingresso libero, prenotazione obbligatoria)

Grande attesa per il concerto finale, dedicato a Giano e Olga Petrini, di giovedì 17 settembre alle 21 al Teatro Comunale Luigi Russolo. Protagonista è l’Orchestra di Padova e del Veneto con Francesco D’Orazio, violino solista e concertatore, Mario Folena, flauto e Roberto Loreggian, clavicembalo.

L’Orchestra di Padova e del Veneto è tra le principali istituzioni italiane dal 1966. Unica Istituzione Concertistico-Orchestrale attiva in Veneto, l’OPV realizza circa 120 tra concerti e recite d’opera ogni anno. La direzione artistica e musicale dell’Orchestra è stata affidata a Claudio Scimone (dalla fondazione al 1983), Peter Maag (direttore principale, 1983-2001), Bruno Giuranna, Guido Turchi, Mario Brunello (direttore musicale, 2002-2003), Filippo Juvarra. Nel settembre 2015 Marco Angius ha assunto l’incarico di direttore musicale e artistico.

L’OPV annovera collaborazioni con i nomi più insigni del concertismo internazionale, tra i quali si ricordano S. Accardo, M. Argerich, V. Ashkenazy, I. Bostridge, R. Chailly, R. Goebel, T. Koopman, A. Lonquich, R. Lupu, M. Maisky, Sir N. Marriner, V. Mullova, O. Mustonen, A.S. Mutter, M. Perahia, I. Perlman, S. Richter, M. Rostropovich, K. Zimerman e molti altri. Del 2016 è l’esecuzione integrale delle Sinfonie di Beethoven dirette da Angius e del 2017 l’integrale delle Sinfonie di Schubert. È sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Regione del Veneto e Comune di Padova.

Maestro concertatore dell’orchestra e violino solista è Francesco D’Orazio, artista apprezzato a livello internazionale per la sua versatilità e ospite di prestigiose istituzioni quali il Teatro alla Scala di Milano, la Philharmonie di Berlino, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Royal Albert Hall, il Centre de Musique Baroque de Versailles e moltissime altre piazze.

Il repertorio scelto per il concerto è davvero quello delle grandi occasioni: di Bach il maestoso Concerto brandeburghese n. 3, cui segue il Concerto in la magg. per violino di Tartini. Chiude la serata (e il festival) la festante e ricca Sinfonia n. 40 in sol minore di Mozart.

Per acquistare e ritirare i biglietti, la biglietteria è aperta dalle 18 alle 21; è possibile prenotare i biglietti via email all’indirizzo biglietteria@festivalportogruaro.it o al telefono: numero 0421 270069 tutti i giorni dalle ore 11.00 alle ore 12.30.

Portogruaro – Festival Internazionale di Musica è realizzato in collaborazione con Città di Portogruaro, Città metropolitana di Venezia, Regione Veneto, Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro; e grazie al contributo dei main sponsor Santa Margherita – Gruppo Vinicolo da anni vicina al Festival e Adriatico2; degli sponsor Generali – Agenzia di Portogruaro San Nicolò, LTA Livenza Tagliamento Acque, Asvo (insieme per l’ambiente), Alysen; e degli sponsor tecnici: Fondazione Collegio Marconi, Fazioli Pianoforti, FAI Delegazione di Portogruaro, Accademia Organistica Udinese e di numerosi altri sostenitori, anche privati, che hanno dato il loro apporto per la costante crescita della manifestazione.