180912-pg-intera-gazzettino

CHIUDE CON IL SOLD OUT DEL CONCERTO FINALE, ILLUMINAZIONI LA 36° EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA DI PORTOGRUARO. APPUNTAMENTO AL 2019. 

Bilancio positivo anche per questa edizione, con crescita delle presenze del 6% rispetto al 2017, anno che aveva già segnato un incremento. Oltre 250 gli allievi delle masterclass provenienti da 15 nazioni diverse.
Ha già registrato il sold out l’ultimo appuntamento di venerdì 14 settembre alle 21 al Teatro Russolo di Portogruaro, che chiude Illuminazioni, 36.a edizione del Festival internazionale di musica di Portogruaro, organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia, con il sostegno di Città di Portogruaro, Città metropolitana di Venezia, Regione Veneto, e grazie al contributo dei main sponsor Santa Margherita – Gruppo Vinicolo, da anni vicina al Festival, Fondazione di Venezia, Fondazione Santo Stefano Onlus, Adriatico2 e Intrapresa, unitamente a molti altri sponsor e privati cittadini. Con oltre 40 eventi, tra concerti e conferenze, il Festival quest’anno ha esplorato il legame tra la musica e altre forme d’arte o di pensiero, in un avventuroso viaggio in cui il suono dialogava con l’immagine, la parola, il racconto.
Nella giornata conclusiva, sul palco del Russolo, diretti da Enrico Bronzi, ci saranno l’Orchestra della Toscana, gradito ritorno al Festival, e Francesca Dego, talento eccezionale e precocissimo, nel 2008 finalista al Premio Paganini di Genova e considerata fra le migliori interpreti italiane di oggi. In programma Beethoven (Egmont, Ouverture in fa minore op. 84, per la tragedia di Johann Wolfgang von Goethe e Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55, “Eroica”) e Mozart (Concerto per violino n. 3 in sol maggiore K 216).

BILANCIO EDIZIONE 2018 – L’edizione 2018 chiude con un bilancio positivo che, dai primi dati, registra un trend di crescita delle presenze complessive – sia a Portogruaro che nei concerti metropolitani – di circa il 6% rispetto allo scorso anno, che già aveva segnato un incremento. Nel complesso le attività didattiche organizzate nell’ambito delle Masterclass Internazionali hanno interessato 257 allievi provenienti da quindici nazioni diverse. Si conferma vincente la formula di riunire le persone attorno a un tema o una narrazione, che possa fare da filo conduttore per diverse proposte musicali.

Se continueremo a fare musica, non con eventi slegati, ma riuscendo a costruire un racconto che guida gli spettatori, pensando alla musica non solo svago ma come strumento di costruzione di un percorso di conoscenza, consapevolezza e anche curiosità, allora saremo in grado di lasciare un seme che germoglierà. Credo che questo sia la chiave più importante” – sottolinea Enrico Bronzi, direttore artistico del Festival.

Già in cantiere la prossima edizione oltre – chiude Paolo Pellarin, Presidente della Fondazione Musicale Santa Cecilia - allo studio di altre tipologie di offerte concertistiche. Alla base l’intenzione di contribuire alla più ampia diffusione della cultura musicale con attività che vorremmo coordinare con le altre offerte culturali e del tempo libero sul nostro territorio per proporre Portogruaro quale metà qualificata per un turismo di natura culturale”.