Ancora un doppio appuntamento, giovedì 30 agosto per Illuminazioni, 36° edizione del Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia.

 

Alle ore 18.00 quarto incontro, a ingresso libero, del ciclo Penombre, le conferenze musicologiche del Festival, accompagnate dalla degustazione di vini del territorio. Con la partecipazione di Enrico Bronzi, protagonista dell’incontro dal titolo “Compositore e interprete: una figura che ritorna? sarà Giovanni Cascioli, compositore e interprete, uno dei cinque pianisti prescelti da Claudio Abbado per l’Olimpo dei Concerti beethoveniani eseguiti con i Berliner Philharmoniker. Il tema del rapporto tra compositore e interprete ha spesso animato la discussione musicale. Nell’Ottocento il musicista era una figura a tutto tondo: compositore, interprete e spesso critico. Nel Novecento, questo sembra lasciare il passo a una maggiore specificità dei ruoli che afferiscono al musicista. Mentre negli ultimi decenni, come accade per Cascioli, il ruolo del musicista sembra riportare a sé le due anime primarie: la composizione e l’interpretazione.

 

Opter EnsembleAlle ore 21 ci si sposta al Teatro Russolo di Portogruaro. Sul palco l’Opter Ensemble, organico composto da Guglielmo Pellarin, primo corno dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, dal violinista Francesco Lovato e dal pianista Federico Lovato, per un concerto che guarda al rapporto tra musica e immagine. Quanto la potenza del linguaggio e della comunicativa musicale è influenzata da elementi e sensazioni “esterne” e quanto, viceversa, la musica riesce a suggerire immagini e a raccontare storie? Fome con-fuse sulle quali il programma della serata offre spunti di riflessione.

 

In apertura il Trio op. 40 di J. Brahms, a seguire il poema sinfonico op. 28 di Richard Strauss Till Eulenspiegels lustige Streiche (“I tiri burloni di Till Eulenspiegel”), un fulgido esempio di come una forma classica, il Rondò, possa esprimere in modo compiuto un programma letterario che rappresenta le avventure burlesche di Till Eulenspiegel, uno sciocco che, secondo una leggenda popolare diffusa oralmente nella Germania centrale, sarebbe vissuto nella prima metà del Trecento viaggiando attraverso i territori del Sacro Romano Impero. Originariamente scritto per grande orchestra sinfonica, a Illuminazioni verrà eseguita l’inedita versione per trio della compositrice portogruarese Francesca Francescato. Il concerto si chiude con il Trio di Gianluca Cascioli, che l’Opter Ensemble presenta in prima esecuzione assoluta, dove la cosa che più incuriosisce sono i titoli e i riferimenti ispiratori di questi aforismi musicali, come il VII movimento, What hath God Wrought?, che Cascioli ricorda essere una trascrizione musicale del primo messaggio telegrafico inviato il 24 maggio 1844 da Samuel Morse.

 

Alle ore 20.30 nel Foyer della Magnolia “Gli aperitivi del Festival”. Biglietteria aperta tutti i giorni dalle 11 alle 12.30 e dalle 18 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21). Anche on-line su vivaticket.it.

 

Il Festival internazionale di musica di Portogruaro è realizzato in collaborazione con Città di Portogruaro, Città metropolitana di Venezia, Regione Veneto, Teatro Comunale Russolo e grazie al contributo dei main sponsor Santa Margherita – Gruppo Vinicolo, da anni vicina al Festival e che con il suo fondamentale contributo permette la realizzazione di questa manifestazione, Fondazione di Venezia, Fondazione Santo Stefano Onlus, Adriatico 2, Intrapresa srl e di altri numerosi sponsor e sostenitori privati.