Mercoledì 28 agosto
ore 18 – Portogruaro, Municipio, Sala Consiliare
PENOMBRE
Roberto Calabretto
indaga l’operato, la poetica, il pensiero degli ultimi anni di Robert Schumann

ore 21.00, Portogruaro – Teatro Comunale Luigi Russolo
ENSEMBLE DEL FESTIVAL
un ricercato e romantico programma per organico cameristico variabile, con il coinvolgimento di oboe e corno

“È vano non essere altro che pensieri mortali…” Note in merito agli ultimi anni di Robert Schumann: questo il titolo della Penombra – incontro musicologico con degustazione di vini pregiati del territorio – di mercoledì 28 agosto, alle 18 nella Sala Consiliare del Municipio di Portogruaro (ingresso libero). L’intervento è affidato a Roberto Calabretto, ricercatore e musicologo di chiara fama e docente universitario, che dedica le sue riflessioni alla poetica, al pensiero, allo stato psicologico di Robert Schumann negli ultimissimi anni della sua esistenza.

Il palinsesto prosegue alle 21, al Teatro Russolo di Portogruaro, con l’Ensemble del Festival in una veste ancora nuova (per la prima volta nell’ensemble vengono introdotti oboe e corno), come sempre composta da solisti di prim’ordine, alcuni dei quali docenti delle Masterclass e dei Corsi di Perfezionamento. Protagonisti della serata sono Luca Vignali all’oboe, Guglielmo Pellarin al corno, Amiram Gaz al violino, Luca Magariello al violoncello, Lorenzo Cossi, Mari Fujino e Ferdinando Mussutto al pianoforte. La serata propone un excursus pienamente romantico che mette in risalto le potenzialità di tutti gli strumenti protagonisti e, insieme, esalta l’entusiasmo ancora tanto vitale dell’ultimo Schumann.

Focus del programma è la celeberrima Sonata F.A.E., per violino e pianoforte, uno dei pochissimi esempi di scrittura a più mani: è firmata da Brahms, Schumann e Dietrich (allievo di Robert)  e restituisce il fervore intellettuale, artistico ed emotivo che gravitava intorno a casa Schumann. A seguire – un ideale completamento – i due movimenti della Sonata di Schumann n. 3, WoO2 per lo stesso organico; e ancora il Trio con pianoforte n. 1 op. 49 di Mendelssohn, quell’autore che lo stesso Schumann adorava e definiva “il Mozart del nostro tempo”.

Ad arricchire il programma altre due romanticissime perle: il Morceau de Salon del boemo Kalivoda per oboe e pianoforte e il Trio per oboe, corno e pianoforte op. 188 di Carl Reinecke.

I biglietti per il concerto sono disponibili alla Biglietteria del Teatro oppure – online – su www.vivaticket.it e su www.musement.com.

Il Festival internazionale di musica di Portogruaro è realizzato in collaborazione con Città di Portogruaro, Città metropolitana di Venezia, Regione Veneto, grazie al contributo dei main sponsor Santa Margherita – Gruppo Vinicolo, Adriatico2 e Intrapresa srl, da anni vicini al Festival e che con il loro fondamentale apporto permettono la realizzazione della manifestazione, assieme agli altri sponsor Generali – Agenzia di Portogruaro San Nicolò, LTA Livenza Tagliamento Acque, Asvo (insieme per l’ambiente), Alysen, Iop Group e agli sponsor tecnici Fondazione Collegio Marconi, Fazioli Pianoforti, FAI – Fondo Ambiente Italiano e ai numerosi altri sostenitori, privati e imprese, che anche quest’anno partecipano alla crescita della manifestazione.

Biglietteria:
Fino al 31 agosto: tutti i giorni dalle 11 alle 12.30 e dalle 18 alle 20.
Dal 2 al 18 settembre: martedì, giovedì e sabato e nei giorni di spettacolo dalle 18 alle 20.
Nei giorni di spettacolo a pagamento la biglietteria sarà aperta fino alle 21.

Biglietti online su www.vivaticket.it e su www.musement.com

Info e programma: www.festivalportogruaro.it