Il recital è atteso al Teatro Russolo sabato 1 settembre, in sostituzione della prevista esibizione di Gianluca Cascioli, assente a causa di un’indisposizione che ha reso impossibile l’esecuzione di un intero recital. 

 

Due gli appuntamento proposti sabato 1 settembre da Illuminazioni, 36° edizione del Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia.

Alle ore 18.00 continuano gli appuntamenti con i concerti degli studenti delle Masterclass. Nella Sala Consiliare del Municipio di Portogruaro, si esibiranno con musiche di autori vari alcuni degli oltre 200 giovani musicisti da tutto il mondo venuti a formarsi nelle lezioni tenute da docenti di caratura internazionale nell’ambito del Festival.

Alle ore 21 al Teatro Russolo di Portogruaro, concerto del pianista Pietro De Maria in sostituzione della prevista esibizione di Gianluca Cascioli, assente a causa di un’indisposizione che ha reso impossibile l’esecuzione di un intero recital. Alle ore 20.30 nel Foyer della Magnolia “Gli aperitivi del Festival”. Biglietti da 5 a 15 euro. Biglietteria aperta tutti i giorni dalle 11 alle 12.30 e dalle 18 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21). Anche on-line su vivaticket.it.

Primo pianista italiano ad aver eseguito pubblicamente l’integrale delle opere di Chopin in sei concerti, Pietro De Maria unisce i tratti distintivi di tecnica perfetta, fedeltà alla partitura, suono straordinario e un’intelligenza sensibile. Con un repertorio che spazia da Bach a Ligeti, ultimamente ha realizzato un progetto bachiano eseguendo i due libri del Clavicembalo ben temperato e le Variazioni Goldberg. Ha ricevuto importanti riconoscimenti dalla critica specializzata, tra cui Diapason, International Piano, MusicWeb-International e Pianiste.

Tra il repertorio proposto al Festival internazionale di musica di Portogruaro, oltre ai 12 Studi op. 10 di Chopin e ai 4 Improvvisi op. 90 di Schubert, la Suite di Tchaikovsky, da Lo Schiaccianoci op.71, nella leggendaria trascrizione di Mikhail Pletnev, che ben si collega con il tema del Festival “Illuminazioni”, mettendo in relazione la musica, il racconto e il balletto.

I 4 Improvvisi op. 90, composti da Schubert nel 1827, sono vere e proprie miniature di carattere improvvisativo, dove la melodia trova ampio spazio di movimento avvolta in armonie sempre ben articolate, che paiono rincorrersi in un susseguirsi di immagini. Vicini al Lied e alla romantica poetica del Wanderer, gli Improvvisi rispecchiano l’impulso creativo di Schubert.

La Suite tratta dallo Schiaccianoci op. 71 di Tchaikovsky si inserisce con naturalezza nel percorso del Festival in quanto ormai inscindibile dalla sua genesi letteraria, ovvero il racconto ”Schiaccianoci e il re dei topi” di E.T.A. Hoffman. La versione proposta è quella di  Pletnëv, ormai talmente leggendaria da essere considerata da tutti i pianisti un pezzo magistrale per dimostrare il proprio virtuosismo.

Chiudono la serata i 12 Studi op. 10 di Chopin, che a vent’anni riuscì a scrivere un’opera in cui virtuosismo ed espressività si intrecciano in un’ideale fusione. Gli Studi sono ”esercizi”, che il giovane compositore adattò secondo il suo estro illuminando la tecnica pianistica con la poesia e la drammatizzazione, dando vita a quello che da allora venne chiamato lo ”Studio da concerto”. Si va dall’arpeggio alla scala cromatica, attraversando ilterzo studio («la più bella melodia che Chopin avesse mai creato», secondo il suo allievo Gutmann), per giungere al decimo, talmente complesso da far dire al grande pianista von Bulow: «Chi riuscirà a suonare questo Studio in modo veramente perfetto potrà felicitarsi per essere riuscito a raggiungere le più alte vette del Parnaso pianistico».

Il Festival internazionale di musica di Portogruaro è realizzato in collaborazione con Città di Portogruaro, Città metropolitana di Venezia, Regione Veneto, Teatro Comunale Russolo e grazie al contributo dei main sponsor Santa Margherita – Gruppo Vinicolo, da anni vicina al Festival e che con il suo fondamentale contributo permette la realizzazione di questa manifestazione, Fondazione di Venezia, Fondazione Santo Stefano Onlus, Adriatico 2, Intrapresa srl e di altri numerosi sponsor e sostenitori privati.

 

180901_loc_teatro