170831_img_eventi_festival[San Luigi]

GIOVEDÌ 31 AGOSTO, ORE 21

Portogruaro – Chiesa San Luigi

 

MOZART A CASA VAN SWIETEN

Amiram Ganz, Eliot Lawson, violini
William Coleman, viola
Damiano Scarpa, violoncello
Bruno Volpato, Alberto Miodini, pianoforte

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
Da Trascrizioni di 6 fughe a tre voci per trii d’archi K6 404a
-n.5: Largo ed Allegro in mi bemolle maggiore (da BWV 526 di Johann Sebastian Bach)
-n.6: Adagio (W. A. Mozart) e Fuga (da Wilhelm Friedemann Bach F 31/8) in fa minore
-n.3: Adagio (W. A. Mozart) e Fuga (da BWV 882 di Johann Sebastian Bach) in fa maggiore

Georg Friedrich Händel (1685 – 1759)
-Suite/Sonata in fa maggiore HWV 427

Wolfgang Amadeus Mozart
-Quartetto n. 2 in mi bemolle maggiore per pianoforte e archi K 493

 

 

Ingresso libero
______________
Amiram GanzAMIRAM GANZ
Nato a Montevideo (Uruguay), a 11 anni ha vinto il 1° premio del concorso delle “Jeunesses Musicales” e da allora è cominciata la sua carriera solistica. Ha studiato al Conservatorio “Tchaikovsky” di Mosca con V. Pikaisen, allievo e successore di D. Oistrakh. Nel 1979 diventa Primo Violino solista nell’Orchestra Filarmonica di Strasburgo. Con questa ed altre orchestre ha suonato come solista i grandi concerti del repertorio, quali quelli di Beethoven, Berg, Šostakovič e Bartók. A partire dal 1994 fa parte del Trio Altenberg di Vienna, trio che, oltre a vantare un’importante carriera internazionale, è il Trio in residence al Musikverein di Vienna. Per l’incisione dell’opera integrale di Schumann il Trio ha ottenuto il premio del museo Schumann di Zwickau; invece il CD “Piano trios from America” è stato premiato con l’ “Edison Award” della critica olandese. È professore di violino presso l’Università della Musica e delle Arti della Città di Vienna.

 

Lawson EliotELIOT LAWSON
“Sei un violinista meraviglioso e un giovane musicista molto raffinato” – Lorin Maazel.
Di nazionalità belga-americana, ha studiato violino con Souroujon, Krebbers, Oistrakh, Grubert, Kantorow, Shkolnikova. Diplomato con il massimo dei voti nei Conservatori di Bruxelles e Rotterdam, ha anche ottenuto il “Artist Diploma” della Indiana University a Bloomington (USA) e il diploma di solista dalla Scuola di Musica di Fiesole in Italia. Vincitore e finalista di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, ha dato molti concerti in Europa e negli Stati Uniti. Insegna violino al Conservatorio di Amsterdam e nella Scuola di Perfezionamento di Portogruaro (come assistente di I. Grubert). È regolarmente invitato a tenere masterclass in Belgio, Lussemburgo, Francia, Portogallo, Italia, Turchia e Stati Uniti. Ha inciso numerosi CD per etichette come Cypres, Fedra e Fuga Libera ricevendone ottime recensioni su riviste come Strad, Diapason (5/5) e Crescendo (Joker).

 

william colemanWILLIAM COLEMAN
Ha fatto molte apparizioni come musicista e solista e come violista del famoso Kuss Quartet di Berlino. Il suo programma di concerti ha incluso esibizioni presso i festival di Salisburgo e Edimburgo, nonché presso la Philharmonie di Berlino, Vienna Konzerthaus, Wigmore Hall, Teatro du Chatelet Parigi, Library of Congress di Washington e Carnegie Hall. Ha studiato a Salisburgo con Thomas Riebl e a Boston con Kim Kashkashian. Ha lavorato come musicista da camera con alcuni dei migliori musicisti del mondo tra cui Pierre-Laurent Aimard, Christian Tetzlaff, Yuri Bashmet, Miklos Perenyi, Kim Kashkashian, Boris Pergamenschikov, Til Felner, Antje Weithaas e Leif Ove Andsnes. Ha collaborato con compositori contemporanei come Helmut Lachenmann e György Kurtag. Nel 2002, si è unito al Kuss Quartett. Da allora, il quartetto ha ottenuto numerosi premi. Sono stati insigniti del ruolo di ambasciatore culturale per il Presidente della Germania, e lo hanno accompagnato per la prima visita in Israele. È stato invitato come docente di masterclass in molte istituzioni, tra cui università statunitensi, l’Accademia di Kronberg, presso l’Accademia di Suntory di Tokyo, nonché i recenti concerti e masterclass a Singapore e in Australia presso il Sydney Conservatoire e ANAM Melbourne. Il Kuss Quartet ha registrato numerosi CD per Sony / BMG e ECM. Hanno registrato in tutto il mondo per la radio e la televisione. Gli impegni più importanti della prossima stagione includono inviti a Salisburgo, Madrid, Firenze, Stoccarda, Colonia, Londra, New York, Washington, Zurigo e Berlino. Le apparizioni recenti includono una serata di viola solista e opere da camera eseguite con Alfred Brendel con lettura di opere letterarie presso la Filarmonica di Berlino. Dal 2015 è professore di Viola all’Universität Mozarteum Salzburg. Suona un Carlo Antonio Testore del 1736, una volta posseduto dal leggendario violista Lionel Tertis. È un artista Pirastro e suona esclusivamente corde Evah Pirazzi Gold.

 

Scarpa DamainoDAMIANO SCARPA
Si diploma con lode sotto la guida del M° Pietro Serafin E si laurea successivamente al Mozarteum di Salisburgo con Enrico Bronzi.
Ha vinto nel 2006 il Concorso Nazionale “Società Umanitaria” di Milano e molti altri premi e riconoscimenti nazionali e internazionali.
Nel 2010, all’età di venticinque anni, vince il posto di Primo Violoncello nel “Mozarteumorchester Salzburg” dove rimane fino al 2012.
Gli viene successivamente offerto un contratto per la stagione 2012/13 con la Symphonieorchester des BR. Come Primo Violoncello collabora con l’Hessischen Rundfunk e con l’Orchestra del Gran Teatro La Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli e Arena di Verona.
Suona un violoncello Vincenzo Postiglione costruito a Napoli nel 1905.

 

 

 

 

Bruno VolpatoBRUNO VOLPATO
Si è perfezionato sotto la guida di A. Lonquich per il pianoforte, D. De Rosa e M. Flaksman per la musica da camera. Ha partecipato a vari festival tra i quali quelli di Portogruaro, Ascoli Piceno, Gubbio, Trani, Grachen (CH), Keszthely. Nell’ambito di questi si è esibito con musicisti quali: P. Vernikov, A. Rudin, M. Bourgue, A. Persichilli, B. Cavallo, F. Ayo, M. Flaksman, B. Giuranna, F. Petracchi, i fratelli Pasquier. Ha collaborato con l’Orchestra di Padova e del Veneto e in veste di solista con l’Orchestra Alpe Adria di Gorizia. È pianista del soprano Mara Zampieri con la quale, oltre ad essersi esibito in recitals a Tokio e Lisbona, ha realizzato recentemente un CD dal titolo ‘‘Novecento italiano’’, edito dalla Myto. È organista presso la Cattedrale di Padova.

 

 

 

 

Miodini AlbertoALBERTO MIODINI
Da oltre 25 anni è il pianista del Trio di Parma, con cui si è affermato ai Concorsi “Gui” di Firenze, ARD di Monaco, Melbourne e Lione. Ha suonato per le più importanti istituzioni musicali (Roma, Milano, Londra, Berlino, New York, Los Angeles, Dublino, Buenos Aires…) collaborando con P.Vernikov, B. Giuranna, A. Carbonare, E. Brunner… Sempre con il Trio di Parma ha ottenuto il Premio “Abbiati” della critica musicale italiana ed ha inciso l’integrale dei Trii di Beethoven, Schubert, Schumann, Liszt, Brahms, Dvorak, Shostakovich. Come solista ha pubblicato, per Brilliant Classics, un cofanetto dedicato a Schubert e un cd con musiche di Martucci, mentre per Movimento Classical ha inciso gli ultimi Klavierstucke di Brahms. È docente di pianoforte presso il Conservatorio di Mantova.