Herbert Schuch, pianoforte

Ciclo “Capolavori in libertà”