ore 21/ Portogruaro, Chiesa San Luigi (ingresso libero)

Liederabend

Mariachiara Cavinato / soprano

Silvia Regazzo / contralto

Alessandro Cortello / tenore

Giorgio Caoduro / baritono

Bruno Volpato / pianoforte

 

Robert Schumann (1810 – 1856)
Liederkreis op. 24 per tenore e pianoforte

Richard Strauss (1864 – 1949)
4 Lieder op. 27 per soprano e pianoforte

Johannes Brahms (1833 – 1897)
Elf Zigeunerlieder op. 103 per contralto e pianoforte

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)
An die ferne Geliebte op. 98 per baritono e pianoforte

 

Dedicato a Teodora Campagnaro

 

 


cavinato

Mariachiara Cavinato Nata a Varese nel 1990, inizia a studiare violino con il M° G. Rimonda. Nel 2008 inizia lo studio della viola per poi frequentare, nel 2012, al Conservatorio di Milano il Corso di Laurea triennale. Inizia lo studio del canto privatamente; in seguito, nel febbraio 2013, consegue la Laurea sotto la guida del M° A. Scarabelli. Ha partecipato a diverse masterclass con Stelia Doz, Umberto Finazzi e Mireille Alcantara. Nel 2013 si è esibita in duo nella stagione della Società Umanitaria di Milano in un concerto dedicato a Wagner con i Wesendonk Lieder, e qualche mese dopo, con lo stesso ciclo, all’interno del Festival di Portogruaro. Inoltre ha frequentato la Scuola di Musica di Fiesole per il corso di perfezionamento con il M° C. Desderi. Nel maggio 2014 ha eseguito come solista il Requiem di Mozart con il M° Enrico Bronzi alla direzione dell’Orchestra della Fenice di Venezia e il Coro del Friuli.

 

 

regazzoSilvia Regazzo Nata a Rovigo, dopo la Laurea in Filosofia, si diploma con lode al Conservatorio B. Marcello di Venezia. Nel 2001 vince il Concorso Internazionale “Toti dal Monte” e da allora è presente nei cartelloni delle più note istituzioni musicali italiane (per citarne alcune: Teatro La Fenice, Venezia; Teatro Filarmonico, Verona; Teatro Carlo Felice, Genova; Teatro Grande, Brescia; Teatro Lirico, Cagliari) ed estere, spaziando fra i maggiori titoli del repertorio barocco, classico e contemporaneo. Ha lavorato con direttori quali F. Luisi, R. Palumbo, F.M. Carminati, J. Webb, D. Renzetti, G.B. Rigon, N. Conti, C. Desderi, N. Paszkowski, M. Caldi e registi quali D. Michieletto, M. van Hoecke, J.-L. Grinda, S. Vizioli, L. Kemp, A. De Rosa, A. Cigni, P.A. Petris, M. Cappelletti e A. Tarabella. Intensa anche l’attività concertistica sinfonica e cameristica in duo con C. Opalio, D. Costa e O. Sciortino.

 

cortelloAlessandro Cortello Allievo di Alfredo Mariotti, si è diplomato in canto presso il Conservatorio “Tomadini” di Udine e in pianoforte presso il “Frescobaldi” di Ferrara; attualmente è seguito nella sua preparazione da Claude Thiolas. È stato Alfredo in Traviata, il Conte d’Almaviva nel Barbiere di Siviglia, Ernesto nel Don Pasquale, Nemorino in Elisir d’amore, Pinkerton in Madama Butterfly e Pong in Turandot e ha cantato le parti solistiche di Oratori di Charpentier, Haydn, Mozart, Mendelssohn, Schubert, Rossini, Dvorak, Verdi e Orff, oltre ad essere appassionato interprete della musica vocale da camera (1° premio al Concorso Internazionale “Seghizzi”, Gorizia 2007). Ha cantato al fianco di P. Domingo con la direzione di Z. Mehta in Rigoletto (2010) e ha partecipato alla Cenerentola di Rossini (2012), entrambe produzioni Rai.

 

 

caoduroGiorgio Caoduro
Nato a Monfalcone nel 1980, studia canto con Cecilia Fusco dal 1998. Nel 2000 vince il concorso internazionale “As.Li.Co.”. Ha cantato i principali ruoli baritonali lirici e brillanti nei più prestigiosi teatri del mondo, quali la Scala di Milano, l’Opera di Parigi, la Sydney Opera House, l’Opera di Roma, il festival di Aix en Provence, la StaatsOper di Berlino, San Francisco,  Los Angeles e Washington Opera e Covent Garden di Londra, diretto da Maestri quali Riccardo Muti, Daniel Harding, James Conlon, Michel Plasson e Zubin Metha. Ha cantato il ruolo di Marullo nella produzione televisiva “Rigoletto a Mantova” con Placido Domingo trasmessa in diretta in mondovisione. È stato pubblicato da BelAir Classic il DVD de “L’Italiana in Algeri” da Aix en Provence con la regia di Toni Servillo, dove ha il ruolo di Taddeo.

 

volpatoBruno Volpato
Si è perfezionato sotto la guida di A. Lonquich per il pianoforte, D. De Rosa e M. Flaksman per la musica da camera. Ha partecipato a vari festival tra i quali quelli di Portogruaro, Ascoli Piceno, Gubbio, Trani, Grachen (CH), Keszthely. Nell’ ambito di questi si è esibito con musicisti quali: P. Vernikov, A. Rudin, M. Bourgue, A. Persichilli, B. Cavallo, F. Ayo, M. Flaksman, B. Giuranna, F. Petracchi, i fratelli Pasquier. Ha collaborato con l’Orchestra
di Padova e del Veneto e in veste di solista con l’Orchestra Alpe Adria di Gorizia. È pianista del soprano Mara Zampieri con la quale, oltre ad essersi esibito in recitals a Tokio e Lisbona, ha realizzato recentemente un CD dal
titolo ‘‘Novecento italiano’’, edito dalla Myto. È organista presso la Cattedrale di Padova.