170828_img_eventi_festival[Maestri, allievi]

 

LUNEDÌ 28 AGOSTO, ORE 21*

Teatro Comunale Luigi Russolo – Portogruaro

 

MAESTRI, ALLIEVI, CONTEMPORANEI

Trio di Parma
Amiram Ganz, violino
William Coleman, viola
Damiano Scarpa, violoncello
Enrico Fagone, contrabbasso
Bruno Volpato, pianoforte
Coro Polifonico “La Martinella”
Alessandro Maurutto, direttore del coro

 

Thomas Attwood (1765 – 1838)
-Come, Holy Ghost, our souls inspire (1835) per soprano e coro
-I Turn Thee again, O Lord per soli e coro
-Turn thy face from my sins per soprano e coro
-Teach me, O Lord per coro
-Magnificat in do (1832) per soli e coro

Johann Nepomuk Hummel (1778 – 1837)
-Quintetto per pianoforte e archi op. 87
-Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
-Trio n. 4 mi maggiore per pianoforte e archi K 542

Franz Schubert (1797 – 1828)
-Quintetto in la maggiore per pianoforte e archi op. 114, D 667 Forellen-Quintett (La trota)

 

Ingresso a pagamento
Clicca qui per accedere alla biglietteria online

 

 

 

*aperitivo ore 20.30
________________
Trio di ParmaTRIO DI PARMA
Si è costituito nel 1990 nella classe di musica da camera di Pierpaolo Maurizzi al Conservatorio “A. Boito” di Parma. Successivamente ha approfondito la sua formazione musicale con il Trio di Trieste presso la Scuola di Musica di Fiesole e l’Accademia Chigiana di Siena. Nel 2000 è stato scelto per partecipare all’Isaac Stern Chamber Music Workshop presso la Carnegie Hall di New York. Ha ottenuto i riconoscimenti più prestigiosi con le affermazioni al Concorso Internazionale “Vittorio Gui” di Firenze, al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Melbourne, al Concorso Internazionale della ARD di Monaco ed al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Lione. Inoltre nel 1994 l’Associazione Nazionale della Critica Musicale gli ha assegnato il “Premio Abbiati” quale miglior complesso cameristico. È stato invitato dalle più importanti istituzioni musicali in Italia (Accademia di S. Cecilia di Roma, Società del Quartetto di Milano, Amici della Musica di Firenze, Gran Teatro La Fenice di Venezia) e all’estero (Filarmonica di Berlino, Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Wigmore Hall di Londra, Konzerthaus di Vienna, Sala Moliere di Lione, Filarmonica di S. Pietroburgo, Teatro Colon e Coliseum di Buenos Aires, Los Angeles, Washington, Amburgo, Monaco, Dublino, Varsavia, Rio de Janeiro, San Paolo, Lockenhaus Festival, Barossa e Melbourne Festival, Orta Festival). Ha collaborato con importanti musicisti quali Vladimir Delman, Carl Melles, Anton Nanut, Bruno Giuranna, Alessandro Carbonare e Eduard Brunner; ha effettuato registrazioni radiofoniche e televisive per la RAI e per numerose emittenti estere. Ha inoltre inciso le opere integrali di Brahms per l’UNICEF, di Beethoven e Ravel per la rivista Amadeus, Shostakovich per Stradivarius (premiato come miglior disco dell’anno 2008 dalla rivista Classic Voice); Pizzetti, Liszt, Schumann e Dvořák per l’etichetta Concerto e un disco con musiche di Schubert per la Decca. Oltre ad un impegno didattico costante nei Conservatori di Modena, Gallarate e al Mozarteum di Salisburgo, tiene corsi alla Scuola Superiore Internazionale “Trio di Trieste” di Duino, alla Scuola di Musica di Fiesole e alle Masterclass Internazionali di Musica di Portogruaro. Ivan Rabaglia suona un Giovanni Battista Guadagnini (Piacenza, 1744) ed Enrico Bronzi un Vincenzo Panormo (Londra, 1775).

 

Amiram GanzAMIRAM GANZ
Nato a Montevideo (Uruguay), a 11 anni ha vinto il 1° premio del concorso delle “Jeunesses Musicales” e da allora è cominciata la sua carriera solistica. Ha studiato al Conservatorio “Tchaikovsky” di Mosca con V. Pikaisen, allievo e successore di D. Oistrakh. Nel 1979 diventa Primo Violino solista nell’Orchestra Filarmonica di Strasburgo. Con questa ed altre orchestre ha suonato come solista i grandi concerti del repertorio, quali quelli di Beethoven, Berg, Šostakovič e Bartók. A partire dal 1994 fa parte del Trio Altenberg di Vienna, trio che, oltre a vantare un’importante carriera internazionale, è il Trio in residence al Musikverein di Vienna. Per l’incisione dell’opera integrale di Schumann il Trio ha ottenuto il premio del museo Schumann di Zwickau; invece il CD “Piano trios from America” è stato premiato con l’ “Edison Award” della critica olandese. È professore di violino presso l’Università della Musica e delle Arti della Città di Vienna.

 

william colemanWILLIAM COLEMAN
Ha fatto molte apparizioni come musicista e solista e come violista del famoso Kuss Quartet di Berlino. Il suo programma di concerti ha incluso esibizioni presso i festival di Salisburgo e Edimburgo, nonché presso la Philharmonie di Berlino, Vienna Konzerthaus, Wigmore Hall, Teatro du Chatelet Parigi, Library of Congress di Washington e Carnegie Hall. Ha studiato a Salisburgo con Thomas Riebl e a Boston con Kim Kashkashian. Ha lavorato come musicista da camera con alcuni dei migliori musicisti del mondo tra cui Pierre-Laurent Aimard, Christian Tetzlaff, Yuri Bashmet, Miklos Perenyi, Kim Kashkashian, Boris Pergamenschikov, Til Felner, Antje Weithaas e Leif Ove Andsnes. Ha collaborato con compositori contemporanei come Helmut Lachenmann e György Kurtag. Nel 2002, si è unito al Kuss Quartett. Da allora, il quartetto ha ottenuto numerosi premi. Sono stati insigniti del ruolo di ambasciatore culturale per il Presidente della Germania, e lo hanno accompagnato per la prima visita in Israele. È stato invitato come docente di masterclass in molte istituzioni, tra cui università statunitensi, l’Accademia di Kronberg, presso l’Accademia di Suntory di Tokyo, nonché i recenti concerti e masterclass a Singapore e in Australia presso il Sydney Conservatoire e ANAM Melbourne. Il Kuss Quartet ha registrato numerosi CD per Sony / BMG e ECM. Hanno registrato in tutto il mondo per la radio e la televisione. Gli impegni più importanti della prossima stagione includono inviti a Salisburgo, Madrid, Firenze, Stoccarda, Colonia, Londra, New York, Washington, Zurigo e Berlino. Le apparizioni recenti includono una serata di viola solista e opere da camera eseguite con Alfred Brendel con lettura di opere letterarie presso la Filarmonica di Berlino. Dal 2015 è professore di Viola all’Universität Mozarteum Salzburg. Suona un Carlo Antonio Testore del 1736, una volta posseduto dal leggendario violista Lionel Tertis. È un artista Pirastro e suona esclusivamente corde Evah Pirazzi Gold.

 

Scarpa DamainoDAMIANO SCARPA
Si diploma con lode sotto la guida del M° Pietro Serafin E si laurea successivamente al Mozarteum di Salisburgo con Enrico Bronzi.
Ha vinto nel 2006 il Concorso Nazionale “Società Umanitaria” di Milano e molti altri premi e riconoscimenti nazionali e internazionali.
Nel 2010, all’età di venticinque anni, vince il posto di Primo Violoncello nel “Mozarteumorchester Salzburg” dove rimane fino al 2012.
Gli viene successivamente offerto un contratto per la stagione 2012/13 con la Symphonieorchester des BR. Come Primo Violoncello collabora con l’Hessischen Rundfunk e con l’Orchestra del Gran Teatro La Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli e Arena di Verona.
Suona un violoncello Vincenzo Postiglione costruito a Napoli nel 1905.

 

 

 

 

enrico fagoneENRICO FAGONE
Primo contrabbasso dell’Orchestra della Svizzera Italiana e professore al Conservatorio di Lugano. Si esibisce nei più grandi festival di musica da camera con Martha Argerich, Vadim Repin ecc. ed è regolarmente invitato come solista accompagnato da orchestra tra cui la Dallas Simphony, l’Orchestra di Padova e del Veneto ecc. Ha registrato per EMI e Warner (Argerich&friends) e un CD dedicato a Giovanni Bottesini. Tiene regolarmente Master Classes in Università come Juilliard School di New York, Royal Academy di Londra, Conservatorio Superiore di Parigi CNSMDP e altre. Dal 2010 è ambasciatore del “Progetto Martha Argerich Presents” e dal 2015 Direttore artistico del Concorso Bottesini.

 

 

 

Bruno VolpatoBRUNO VOLPATO
Si è perfezionato sotto la guida di A. Lonquich per il pianoforte, D. De Rosa e M. Flaksman per la musica da camera. Ha partecipato a vari festival tra i quali quelli di Portogruaro, Ascoli Piceno, Gubbio, Trani, Grachen (CH), Keszthely. Nell’ambito di questi si è esibito con musicisti quali: P. Vernikov, A. Rudin, M. Bourgue, A. Persichilli, B. Cavallo, F. Ayo, M. Flaksman, B. Giuranna, F. Petracchi, i fratelli Pasquier. Ha collaborato con l’Orchestra di Padova e del Veneto e in veste di solista con l’Orchestra Alpe Adria di Gorizia. È pianista del soprano Mara Zampieri con la quale, oltre ad essersi esibito in recitals a Tokio e Lisbona, ha realizzato recentemente un CD dal titolo ‘‘Novecento italiano’’, edito dalla Myto. È organista presso la Cattedrale di Padova.

 

 

 

 

 

martinellaCORO POLIFONICO “LA MARTINELLA”
Si è costituito a Portogruaro il 27 maggio 1982 nell’ambito della Parrocchia Beata Maria Vergine per poi assumere un ruolo autonomo. È un coro amatoriale a voci miste, composto da una quarantina di elementi. Il nome del coro si richiama alla campanella che, dall’alto del Palazzo Municipale, chiamava i cittadini a raccolta. Dal gennaio 2010 la direzione è affidata al M° Alessandro Maurutto. Ha eseguito il Gloria di Vivaldi, Magnificat di Galuppi, Miserere di Hasse, Via crucis di F. Listz, Stabat Mater di Rheinberger, Te deum di Haydn, Requiem di Fauré accompagnato da importanti ensemble come l’Orchestra Filarmonia Regionale Veneta o il Lemit Ensemble. Dal 2016 ha attivato un coro di voci bianche Piccoli Cantori La Martinella rivolto ai ragazzi dai 6 ai 12 anni.

 

MauruttoALESSANDRO MAURUTTO
Diplomato in Composizione con Claudio Scannavini, in Direzione d’Orchestra con Antonino Fogliani, in Musica Corale e Direzione di Coro con Claudio Raffi. È laureato con lode in Musicologia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con Giovanni Morelli. Ha studiato con G. Kirschner, N. Conci, P. Neumann, C. Høgset, G. Graden, D. Fasolis. È direttore del Coro Spengenberg di Spilimbergo. Dirige il coro voci bianche della Scuola di Musica Santa Cecilia di Portogruaro e il coro Piccoli cantori la Martinella. È insegnante di Teoria musicale, armonia e composizione presso la Scuola di Musica della Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro e la Scuola di Musica Città di Pordenone. Ha curato la sonorizzazione di documentari, composto musica per la didattica, la televisione e per vari ensemble strumentali.