170823_img_eventi_festival[Kremerata]

MERCOLEDÌ 23 AGOSTO, ORE 21.00*

Teatro Comunale Luigi Russolo – Portogruaro

 

KREMERATA BALTICA

Roberto Plano e Alessandro Taverna, pianoforte

 

Lepo Sumera (1950 – 2000)
-Sinfonia per archi e percussioni

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
-Concerto per pianoforte e orchestra n. 12 in la magg. K 414
-Concerto per pianoforte e orchestra n. 14 in mi bem. magg. K 449
-Adagio e Fuga in do min. K 546

 

Ingresso a pagamento
Clicca qui per accedere alla biglietteria online

 

 

 

*aperitivo ore 20.30
_____________________
KremerataKREMERATA BALTICA
Fondata nel 1997 dal celebre violinista Gidon Kremer, la Kremerata Baltica, orchestra vincitrice del ‘Grammy Award’, è considerata uno dei più importanti ensemble europei. Gidon Kremer ha selezionato intenzionalmente musicisti giovani ed appassionati per scacciare la temuta “orchestrite” che affligge molti musicisti d’orchestra professionisti. Elemento fondamentale della personalità artistica della Kremerata Baltica è il suo approccio creativo alla programmazione, che spesso si spinge oltre le opere ‘convenzionali’ per dare vita a numerose prime esecuzioni mondiali, come lavori di Giya Kancheli, Pēteris Vasks, Leonid Desyatnikov ed Alexander Raskatov. Dalla sua fondazione, la Kremerata Baltica si è esibita in più di cinquanta Paesi, più di seicento città ed ha tenuto più di mille concerti. L’ampiezza e varietà del repertorio dell’orchestra si rispecchiano nella sua discografia. L’incisione di opere di Mieczysław Weinberg è stata nominata ai ‘Grammy’, mentre la recente registrazione dei Concerti per pianoforte di Shostakovich, realizzata con Anna Vinnitskaya, ha vinto un premio ECHO Klassik nel 2016 nella categoria ‘Registrazione da concerto (Musica del XX/XXI secolo)’. L’orchestra rappresenta un mezzo per condividere l’immensa esperienza artistica di Gidon Kremer con le nuove generazioni e, allo stesso tempo, per promuovere ed ispirare la vita musicale e culturale dell’area baltica.

 
Plano RobertoROBERTO PLANO 
Vincitore del Cleveland International Piano Competition e premiato ai Concorsi Van Cliburn, Honens, Geza Anda, Dublino, Valencia e Sendai, ha intrapreso una carriera internazionale che lo ha portato ad esibirsi in sale quali, tra le altre, Lincoln Center e Steinway Hall (New York), Herculessaal e Gasteig (Monaco), Wigmore Hall e St. John’s Smith Square (Londra), Salle Cortot (Parigi), National Concert Hall (Dublino), Sala Verdi, Teatro Dal Verme e Auditorium di Milano, Teatro Donizetti (Bergamo), Teatro Manzoni (Bologna), Parco della Musica (Roma), per prestigiosi Festivals quali tra gli altri il Festival Michelangeli di Brescia e Bergamo, MusicaRivaFestival, Chopin Festival di Duszniki (Polonia), i Ravinia Festival, Gilmore International Keyboard Festival, Portland International Piano Festival (Usa) e il Bologna Festival – Grandi Interpreti. Ha suonato come solista con orchestre tra le quali gli archi dei Berliner Philarmoniker, la Houston Symphony, RTE National Symphony Orchestra, Konzertverein Orchestra, Festival Strings Luzern, Orchestra Sinfonica Verdi, con celebri direttori d’Orchestra tra i quali Sir Neville Marriner, Pinchas Zuckerman, James Conlon, Miguel Harth-Bedoya, Gianluigi Gelmetti, Donato Renzetti. Ha inciso per Sipario, Azica, Arktos, Concerto, Amadeus, Suonare Festival e Brilliant Classics.Ha collaborato con celebri quartetti d’archi (Cremona, Takacs, Fine Arts, St. Petersburg, Vogler, Henschel, Jupiter) e con solisti quali Enrico Bronzi e Gabriele Cassone. Insegna Pianoforte Principale al Conservatorio “Pedrollo” di Vicenza e tiene un Corso annuale di Perfezionamento Pianistico presso l’Accademia Musicale Varesina, da lui fondata nel 2011 in seno all’Associazione Musicale Alfred Cortot, di cui è Presidente. Nel 2015 è apparso nuovamente sulla copertina di Amadeus con un disco dedicato a Skrjabin, nel centenario della sua morte. Nell’autunno del 2016 è diventato il primo pianista italiano chiamato a ricoprire il ruolo di titolare di una Cattedra di Pianoforte di una delle università americane più prestigiose, la Boston University.

 

AlessandroTavernaALESSANDRO TAVERNA 
Si esibisce in tutto il mondo nelle più importanti istituzioni musicali, quali Teatro alla Scala di Milano, Musikverein di Vienna, Konzerthaus di Berlino, Gasteig di Monaco, Wigmore Hall e Royal Festival Hall di Londra, Bridgewater Hall di Manchester, Salle Cortot di Parigi, Castleton Festival, Musashino Hall di Tokyo, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Grande di Brescia, Teatro Donizetti di Bergamo, Auditorium Parco della Musica di Roma. Diretto da Lorin Maazel, Riccardo Chailly, Fabio Luisi, Daniel Harding, Michele Mariotti, Reinhard Goebel, Thierry Fischer, Michael Guttman, Pier Carlo Orizio, Joshua Weilerstein, Roland Böer, ha suonato con la Filarmonica della Scala, Münchner Philharmoniker, Royal Philharmonic Orchestra, Minnesota Orchestra, Royal Liverpool Philharmonic, Bucharest Philharmonic, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, Filarmonica del Festival di Brescia e Bergamo. Si è affermato in prestigiose competizioni internazionali come il Piano-e-Competition negli Stati Uniti, i concorsi pianistici di Leeds, Londra, Hamamatsu, il Busoni di Bolzano, il Premio Venezia, il Premio Arturo Benedetti Michelangeli; per la Fondazione internazionale “The Keyboard Trust” di Londra ha tenuto una serie di recital in Europa e negli Stati Uniti.Si è formato con Laura Candiago Ferrari alla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro diplomandosi a diciassette anni col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore; si è perfezionato all’Accademia Pianistica di Imola con Franco Scala, Piero Rattalino e Louis Lortie, all’Accademia Santa Cecilia di Roma con Sergio Perticaroli, alla Hochschule für Musik di Hannover con Arie Vardi e alla Lake Como Piano Academy.Insegna pianoforte al Conservatorio di Campobasso ed è titolare della cattedra di perfezionamento pianistico presso la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro. Nel 2012 ha ricevuto al Quirinale da Giorgio Napolitano il “Premio Presidente della Repubblica”, per meriti artistici e per la sua carriera internazionale. Ha registrato per BBC Radio 3, Rai Radio 3, Radiotelevisione Slovena, RSI Radiotelevisione Svizzera. Dopo il successo di critica del suo album dedicato a Nikolay Medtner, Alessandro Taverna ha inciso di recente un nuovo disco per l’etichetta inglese SOMM, con musiche di Debussy e Ravel, presentato a BBC Radio 3 e già accolto positivamente dall’autorevole rivista Gramophone.