th_aed673ae9ec0aeba3fba00d8adecfea8_naumgrubert2jpegphotofrisospoelstra120120111106Naum Grubert, pianoforte (23/08 – 29/08)

Inizia lo studio del pianoforte con il famoso Mo Gutman a Mosca. È stato premiato al Concorso Tchaikovsky nel 1978, dopo aver vinto il 2 ° premio al Concorso Pianistico Internazionale di Montreal l’anno precedente. Ha suonato in tutta l’Unione Sovietica e altri paesi europei prima di emigrare dalla Russia e diventare cittadino olandese.

I suoi numerosi recital, così come molti altri concerti con la London Symphony Orchestra, la BBC Symphony Orchestra, la Concertgebouw Orchestra, la Köln Philharmonic, la Tonkünstler Orchestra di Vienna, l’Orchestra della Suisse Romande, la Helsinki Philharmonic, la Kirov Orchestra San Pietroburgo, l’Orchestra Filarmonica della Radio Olandese, l’Orchestra di Rotterdam, l’Orchestra Residenziale, gli hanno fatto guadagnare la reputazione di superbo musicista:

“Grazie al suo incredibile virtuosismo, interpreta la musica come un filosofo o un pensatore …”
Frankfurter Algemeine Zeitung

“Il lirismo di Grubert è bilanciato con il suo potere e il suo intelletto”
I tempi

Ha partecipato al Festival di Lichfield (Gran Bretagna), al Festival di Cadaqués (Spagna), al Festival di Lockenhaus (Austria) e al Festival di Gergiev (Olanda) solo per citarne alcuni. Si è esibito con direttori come Paavo Berglund, Sergiu Commissiona, Jean Fournet, Horst Stein, Christopher Seaman, Vernon Handly, Matthias Bamert, Ernest Bour, Ed Spanjaard, Vassili Sinaiski, Thomas Sanderling, Valery Gergiev, Claus Peter Flor, Aldo Ceccato , Evgeny Svetlanov, Stanislav Skrovachevsky. Le sue incisioni discografiche contengono opere di Schubert, Liszt, Mussorgsky, Rachmaninoff, Schumann, Beethoven e Chopin.

Ha la cattedra di pianoforte al Conservatorio di Amsterdam e al Royal Conservatory all’Aia. Tra i suoi studenti ci sono molti vincitori di concorsi nazionali e internazionali