180908-img-eventi-festival[teatro]SABATO 8 SETTEMBRE, ORE 18.00

Collegio Marconi, Sala Colonne, Portogruaro

 

PENOMBRE

Luigi Nono e il cinema. Un’arte di lotta e fedele alla realtà

Roberto Calabretto, relatore

 

ingresso libero
_______________________________________

CalabrettoROBERTO CALABRETTO 
Laureatosi con Giovanni Morelli all’Università di Venezia, è professore associato di discipline musicologiche all’Università di Udine. I suoi studi vertono sulla musica del Novecento italiano e affrontano le problematiche inerenti alle funzioni della musica nei linguaggi audiovisivi. Ha pubblicato volumi su Robert Schumann, Alfredo Casella, NIno Rota e Luigi Nono. Il suo volume Lo schermo sonoro. La musica per film (Marsilio, 2010) ha ottenuto lusinghieri consensi dalla critica ed è stato adottato in molti corsi universitari.
Ha lavorato per lunghi anni come critico musicale per la Società dei Concerti della Scuola Normale di Pisa e per il Teatro Nuovo Giovanni da Udine e attualmente collabora con la Fazioli Concert Hall di Sacile.

 

 

 

 

 

SABATO 8 SETTEMBRE, ORE 21.00*

Teatro Comunale Luigi Russolo, Portogruaro

 

ALESSANDRO TAVERNA

pianoforte

 

Fryderyk Chopin (1810 – 1849)
-Barcarolle in fa diesis maggiore op. 60

Maurice Ravel (1875 – 1937)
-Miroirs M 43
1. Noctuelles (Très léger) in re bemolle maggiore
2. Oiseaux tristes (Très lent) in mi bemolle minore
3. Une barque sur l’océan (D’un rythme souple) in fa diesis minore
4. Alborada del gracioso (Assez vif) in re minore
5. La vallée des cloches (Très lent) in do diesis minore

Claude Debussy (1862 – 1918)
-L’isle joyeuse L2 109

Robert Schumann (1810 – 1856)
-Davidsbündlertänze (Achtzehn Charakterstücke) op. 6

 

ingresso a pagamento

 

 

 

*aperitivo ore 20.30
___________________________

TavernaALESSANDRO TAVERNA 
Si esibisce in tutto il mondo nelle più importanti istituzioni musicali, quali Teatro alla Scala di Milano, Teatro La Fenice di Venezia, Musikverein di Vienna, Konzerthaus di Berlino, Gasteig di Monaco, Wigmore Hall e Royal Festival Hall di Londra, Salle Cortot di Parigi, Castleton Festival, Musashino Hall di Tokyo, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Grande di Brescia, Auditorium Parco della Musica di Roma. Diretto da Lorin Maazel, Riccardo Chailly, Fabio Luisi, Daniel Harding, Michele Mariotti, Reinhard Goebel, Thierry Fischer, Michael Guttman, Pier Carlo Orizio, Joshua Weilerstein, Daniele Rustioni, Kerem Hasan, ha suonato con la Filarmonica della Scala, Münchner Philharmoniker, Royal Philharmonic Orchestra, Minnesota Orchestra, Royal Liverpool Philharmonic, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra di Mantova, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, Filarmonica del Festival di Brescia e Bergamo. Si è affermato in prestigiose competizioni internazionali come l’International Piano-e-Competition negli Stati Uniti, i concorsi pianistici di Leeds, Londra, Hamamatsu, il Busoni di Bolzano, il Premio Venezia, il Premio Arturo Benedetti Michelangeli; per la Fondazione internazionale “The Keyboard Trust” di Londra ha tenuto una serie di recital in Europa e negli Stati Uniti. Si è formato con Laura Candiago Ferrari alla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro diplomandosi a diciassette anni col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore; si è perfezionato all’Accademia Pianistica di Imola con Franco Scala, Piero Rattalino e Louis Lortie, all’Accademia Santa Cecilia di Roma con Sergio Perticaroli, alla Hochschule für Musik di Hannover con Arie Vardi e alla Lake Como Piano Academy. Insegna pianoforte al Conservatorio di Udine ed è titolare della cattedra di perfezionamento pianistico presso la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro. Nel 2012 ha ricevuto al Quirinale da Giorgio Napolitano il “Premio Presidente della Repubblica”, per meriti artistici e per la sua carriera internazionale. Ha registrato per BBC Radio 3, Rai Radio 3, Radiotelevisione Slovena, RSI Radiotelevisione Svizzera. Dopo il successo di critica del suo album dedicato a Nikolay Medtner, ha inciso di un nuovo disco per l’etichetta inglese SOMM, con musiche di Debussy e Ravel, presentato a BBC Radio 3 e accolto positivamente dall’autorevole rivista Gramophone.