Caricamento Eventi

Fabien Thouand (oboe) e Accademia d’Archi Arrigoni

Fabien Thouand, oboe
Accademia d’Archi Arrigoni
Domenico Mason, direttore
Eleonora De Poi, Christian Sebastianutto, violini

 

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)
Concerto per due violini, archi e continuo in re minore, BWV 1043
Concerto per oboe d’amore e orchestra d’archi in la maggiore, BWV 1055R

Antonín Dvořák (1841 – 1904)
Serenata per archi in mi maggiore, op. 22

 

INGRESSO LIBERO


Fabien Thouand

Dopo avere ottenuto nel 1996 nella classe di Jean-Claude Jaboulay il primo prezzo del Coservatoire National di Regione di Parigi, fabien Thouand studia insieme a Jacques Tys e di Jean-Louis Capezzali al CNSM di Parigi dove ottiene un primo premio all’unanimità nel 2000. Da 2001 segue la classe di perfezionamento di Maurice Bourgue al CNSM di Parigi. Anno decisivo poiché in 2001 ottiene il 2 Premio al concorso internazionale della Primavera di Praga, il 3 Premio al concorso internazionale Giuseppe Tomassini” di Petritoli. Infine nel maggio 2002 il 3 Prezzo del concorso internazionale di strumento a fiato di Tolone.
Invitato a prodursi nelle orchestre come primo oboe nella London Symphonie Orchestra, Bayerischen Staatsoper, Opera di Lione, Bamberger Symphoniker, Camerata Salzburg, Royal Concertgebouw Orchestra, OrchestraNazionale di Francia e Philharmonique de Radio France. Suona sotto la Direzione Daniel Barenboim, Ricardo Muti, Loreen Maazel, Zubin Metha, Yuri Termikanov, Kurt Mazur, Charles Dutoit, Semyon Bychkov… Dal 2004, è Il Primo oboe all’orchestra del Teatro Alla Scala di Milano e della Filarmonicá della Scala.
Dal 2011, e docente di oboe presso il Conservatorio della Svizzera Italiana e da poco al Royal College of Music di Londra.

 

Accademia d’Archi Arrigoni

L’Accademia d’Archi “G.G. Arrigoni” con sede a San Vito al Tagliamento (PN) nasce nel 2009 e si rivolge a giovanissimi musicisti quale laboratorio per il perfezionamento nell’ambito della musica da camera e di quella orchestrale. Deve il suo nome al musicista-compositore di origine sanvitese Gian Giacomo Arrigoni (1597-1675) e si ispira principalmente alla scuola violinistica di tradizione russa. Per la sua specifica attività didattica, si affida a docenti quali Lea Birringer e Svetlana Makarova per il violino, Simone Briatore per la viola, Marianne Chen per il violoncello e del Mo Domenico Mason per la musica da camera e orchestrale. Vanta l’insegnamento e il coordinamento di uno dei migliori didatti e violinisti a livello mondiale, il Mo Pavel Vernikov. L’orchestra giovanile annovera, all’interno del proprio organico, la presenza di diversi vincitori di Concorsi violinistici nazionali e internazionali. Vanta la collaborazione con rinomati artisti quali, Luca Vignali, Stefano Rava, Enrico Bronzi, Simone Briatore, Vladimir Mendelssohn, Svetlana Makarova, Pavel Vernikov e Natalia Gutman. Spaziando dal barocco bachiano, alla musica contemporanea edita ed inedita, dal jazz alla musica leggera e perfino al tango, l’Accademia Arrigoni ha stretto collaborazioni anche con gruppi musicali e solisti famosi fra cui Bruno Cesselli, Zlatko Kaucic e Alexander Balanescu, Tony Hadley degli Spandau Ballet, Quinteto Porteño, solo per citarne alcuni. Svolge abitualmente una ricca attività concertistica (38 concerti nel corso dell’anno 2019) ed è stata invitata a partecipare a numerosi Festival (Carniarmonie, Altolivenza Festival, Risonanze, Mittelfest e “Assisi nel Mondo”). Ha partecipato a diverse Tournée con il CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica), fra cui quelle in Calabria, Puglia, Abruzzo, Molise e Lazio esibendosi sia a Roma che nella Città del Vaticano, in onore del papa emerito Benedetto XVI. Svolge inoltre attività di sensibilizzazione alla cultura musicale verso le giovani generazioni, esibendosi in Lezioni-Concerto presso le Scuole Primarie e Secondarie di I Grado. Ha realizzato assieme alla Suite per Quartetto Jazz il Film-Concerto “Pianiparalleli”, diretto da Gianni Di Capua, presentato in diverse importante sale cinematografiche italiane. Ha inoltre partecipato al Progetto “Suono italiano 2017– Friuli in Musica”, promosso dal CIDIM e dalla Fondazione Friuli. Rientra tra le attività degli ultimi anni anche la registrazione di tre CD: il primo con musiche giovanili di Felix Mendelssohn-Bartholdy per l’etichetta Amadeus Rainbow, e in seguito con l’etichetta GDM con musiche commissionate per i servizi televisivi della RAI. Infine l’importante progetto del CD con musiche che segnano la riscoperta del musicista Federigo Fiorillo, allegato al prestigioso mensile “Amadeus”, principale rivista nel settore della musica classica in Italia. L’Accademia vanta una collaborazione con il Canale Sky Classica HD per la messa in onda del Docu-Film PVM (Piccolo Violino Magico) 2017, reality sull’edizione 2017 del Concorso, realizzato da Videe Spa. Nel corso del 2020, la forzata riduzione dell’attività ha portato allo svolgimento di alcuni concerti nella nuova modalità dello streaming, con un positivo riscontro di pubblico, e allo svolgimento di 3 sessioni di registrazione di musica jazz per la casa discografica giapponese “Venus”, in collaborazione con il musicista Massimo Faraò. L’Accademia ha inoltre promosso lo sviluppo di un progetto incentrato sulla figura di Gian Giacomo Arrigoni, compositore e musicista sanvitese, che nell’arco di un triennio porterà alla riscoperta ed esecuzione di musiche inedite, nonchè alla pubblicazione di alcuni volumi sulla vita e le opere del compositore. Nel corso del 2021 è stata eseguita la registrazione di brani inediti del compositore Johann Gottlieb Graun, in collaborazione con Federico Guglielmo. Dal 2016 l’Accademia è promotrice del Concorso Internazionale “Il Piccolo Violino Magico” che si svolge a San Vito al Tagliamento (PN) la prima settimana di luglio. L’evento coinvolge giovanissimi musicisti di età compresa tra 9 e 13 anni, provenienti da tutto il mondo.

Dettagli evento

Data: Agosto 27 @ 21:00 - 23:00
Orari: 21:00 - 23:00
Luogo: Concordia Sagittaria, Cattedrale di Santo Stefano Protomartire
Organizzatore: Fondazione Musicale Santa Cecilia
Indirizzo: Concordia Sagittaria, Cattedrale di Santo Stefano Protomartire