Caricamento Eventi

Italian Saxophone Quartet

Federico Mondelci
Italian Saxophone Quartet
Federico Mondelci soprano
Julian Brodski contralto
Silvio Rossomando tenore
Michele Paolino baritono

 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
dalla Suite n. 3 BWV 1068, Aria

Gioachino Rossini (1792-1868)
dalla Sonata a 4 n. 3, Allegro

Samuel Barber (1910-1981)
Adagio

Pedro Iturralde (1929)
Pequena Czarda

Nicola Piovani (1946)
La vita è bella

Ennio Morricone (1928 – 2021)
da “Nuovo Cinema Paradiso”, Canzone per Elena
da “Giù la Testa”, Sean Sean
C’era una Volta nel West
The Good, the Bad and the Ugly (Main Theme)
da “Once upon a time in the West”, Goodbye, Cheyenne
La Leggenda del Pianista sull’Oceano
La Leggenda del 1900
dal film “Mission”, Gabriel’s Oboe

George GERSHWIN (1898-1937)
da “Un Americano a Parigi”, Blues

Ástor Piazzolla (1921-1992)
Oblivion
Libertango

Queen
Bohemian Rhapsody

Nino Rota (1911-1979)
dal film “Otto e Mezzo”, Passerella

 

Italian Saxophone Quartet

Il suo merito, secondo me, è nella variabile bellezza del suo accento, a volte grave e calmo, a volte passionale, sognatore o malinconico, o vago come l’eco dell’eco, come il pianto indistinto della brezza dei boschi; meglio ancora, come le vibrazioni misteriose di una campana molto tempo dopo che è stata percossa. Nessun altro strumento musicale esistente a me noto possiede questa particolare sonorità, posta al limite del silenzio, [ … ] la più bella voce grave fino a oggi conosciuta in musica». Pensava questo del sassofono il compositore Hector Berlioz, e lo scriveva sul Journal des débats nel 1842, quando lo strumento creato da Adolphe Sax era poco più che un bebè. Da allora il sassofono ne ha fatta di strada, conquistando i compositori colti, il jazz e la popular music. Nel tempo è venuta a costituirsi anche anche una letteratura per quartetto di sax (equivalente moderno, più alla mano e scanzonato, dell’aristocratico quartetto d’archi di tradizione classico-romantica) fatta di pezzi originali e trascrizioni. Il programma odierno ne è un esempio. Trascrizioni di lavori concepiti per altri organici sono la celebre Aria di J.S. Bach, la terza delle Sei Sonate a quattro di Gioachino Rossini e l’Adagio di Samuel Barber noto al grande pubblico in quanto utilizzato come colonna sonora per il film Platoon. E proprio questa composizione fa da contrappunto al montaggio di partiture firmate per il grande schermo da Ennio Morricone, Nicola Piovani e Nino Rota. Nasce invece proprio per ensemble di sassofoni la Pequena Czrda di Pedro Iturralde un godibilissimo brano dal carattere gipsy, nello stile popolare ungherese. Celebri e perfettamente calati nelle possibilità espressive del sassofono sono le composizioni di George Gershwin e Astor Piazzolla, autore quest’ultimo di cui quest’anno si celebra il centenario della nascita.

Dettagli evento

Data: Settembre 3 @ 21:00 - 23:00
Orari: 21:00 - 23:00
Luogo: Portogruaro, Piazza della Repubblica
Organizzatore: Fondazione Musicale Santa Cecilia
Indirizzo: Piazza della Repubblica